Loading...
You are here:  Home  >  Internazionali  >  Current Article

Vaccini, accelerazione per il tedesco CureVac. Lo studio: con una dose Pfizer o AstraZeneca rischio contagio ridotto di quasi due terzi

By   /  23 Aprile 2021  /  No Comments

    Print       Email

Il composto tedesco, sviluppato con la tecnica a Rna messaggero come Pfizer e Moderna, secondo Magrini (Aifa) potrebbe ricevere il via libera dell’Ema “a fine maggio, massimo inizio giugno”. Sarebbe una svolta per l’Ue. Intanto una ricerca dell’università di Oxford rileva che dopo la prima somministrazione le infezioni da coronavirus sono diminuite del 65%

L’Europa punta ad avere presto un’arma in più nella lotta al coronavirus: il vaccino tedesco CureVac è in arrivo. Sarebbe il quinto composto approvato in Ue, il terzo però a Rna messaggero, cioè sviluppato con la stessa tecnica già utilizzata per i vaccini Pfizer e Moderna. Con due ulteriori vantaggi per l’Europa e l’Italia: come ha raccontato a ilfattoquotidiano.it Franz-Werner Haas, amministratore delegato di CureVac, è prevista una produzione di “fino a 300 milioni di dosi nel 2021″. La maggior parte andrebbero ai Paesi Ue. Inoltre, il composto tedesco si conserva a unatemperatura di 5 gradi per almeno tre mesi. Un fattore che facilita notevolmente la gestione delle fasi di trasporto e stoccaggio. Infine, il composto di CureVac permette “con basse dosi di mRNA” di “generare comunque una risposta immunitaria equilibrata”.

A Tubinga, sede dell’azienda tedesca, sperano di avere il via libera entro fine giugno. Ma giovedì il direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco Aifa Nicola Magrini ha annunciato una accelerazione: “Siamo a un ottimo punto, e pensiamo per fine maggio, massimo inizio giugno, di vederlo registrato in Europa. Appena lo studio sarà concluso, a metà maggio, sarà poi valutato rapidamente dall’Agenzia europea” del farmaco Ema, ha spiegato a ’24 Mattino’ su Radio 24.

Intanto, buone notizie arrivano anche da uno studio dell’Università di Oxford, realizzato in collaborazione con l’Office for National Statistics che ha analizzato i risultati dei test del Covid di oltre 350mila persone nel Regno Unito tra dicembre e aprile. I ricercatori hanno scoperto che 21 giorni dopo la somministrazione della prima dose, il tempo necessario al sistema immunitario per reagire, le infezioni da coronavirus sono diminuite del 65%. Significa che una dose di vaccino AstraZeneca o Pfizer riduce il rischio di contagio da coronavirus di quasi due terzi. Nei più giovani, hanno rilevato i ricercatori, una sola dose di vaccino ha portato gli anticorpi ai livelli registrati in chi ha avuto il Covid. Per raggiungere lo stesso livello nelle persone più anziane, invece, sono servite due dosi. I vaccini sono risultati più efficaci contro i casi sintomatici che quelli asintomatici, riducendo i tassi rispettivamente del 72% e del 57%, riporta ancora lo studio.

Fonte Il Fatto Quotidiano

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

  • Pubblicità




You might also like...

Inps, pagamento del bonus da 1.600 euro ai lavoratori stagionali: non occorre una nuova domanda

Read More →