Loading...
You are here:  Home  >  Amici animali  >  Current Article

Usa, scoperta una zecca che costringe a diventare vegetariani

By   /  7 Settembre 2014  /  No Comments

    Print       Email

I ricercatori della Vanderbilt hanno identificato la causa dell’ondata di “vegetariani involontari” lungo la costa orientale: provoca una reazione allergica quando si mangia carne

 

NEW YORK- Come trasformare un irriducibile appassionato di carne in un docile vegetariano? Come bloccare la passione per grigliate e bistecche, per salsicce e costolette, per panini alla porchetta e vassoi di salumi? Basta poco, rispondono i ricercatori della Vanderbilt University. E non si tratta di prediche sui pericoli del grasso animale sui livelli del colesterolo: basta invece (ahimè) essere punti da una piccola zecca chiamata Lone Star State, come il soprannome del Texas, che provoca una reazione allergica così forte e duratura da impedire il consumo di carni rosse.

La zecca (“bug”, scrivono i giornali americani), secondo il Washington Post, sta creando un’ondata di “vegetariani involontari” lungo la costa orientale degli Stati Uniti, mandando anche migliaia di americani nelle sale d’emergenza degli ospedali. I sintomi più diffusi – dopo essere stati punti e aver mangiato la carne – sono i brividi, i problemi respiratori, un crollo della pressione e persino gli shock anafilattici. In teoria tutto passa con dei semplici antistaminici, ma la paura è tanta, soprattutto quella di rimanere soffocati, così come il rischio di una ricaduta. Risultato: i carnivori si convertono in vegetariani.

Secondo gli esperti medici della Vanderbilt, tutto è legato a uno zucchero chiamato “alpha-gal”: i Lone State Star ce l’hanno, e lo trasmettono, ma è assente nell’organismo umano. Lo stesso zucchero si trova nella carne bovina e suina, ma di solito non dà fastidio alla digestione. Ma in casi di puntura, il sistema immunitario crea degli anticorpi per proteggersi dalla sostanza, che poi vengono attivati in caso di ingestione successiva di carne rossa, provocando la reazione allergica.

Non è stato facile scoprire il ruolo infido della zecca, anche perché la reazione allergica avviene dalle 4 alle sei ore dopo il consumo. Ma da qualche anno gli esperti erano alla ricerca del mistero, e ora finalmente ne hanno scoperto la ragione. Non è ancora chiaro se il rischio di una ricaduta allergica duri tutta la vita: ma alla Vanderbilt consigliano di essere molto prudenti. “Basta un’altra puntura – dicono –  per essere costretti a rinunciare ad hamburger e steak”

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Cani in spiaggia, via libera del Tar: i Comuni non possono vietarlo La sentenza

Read More →