Loading...
You are here:  Home  >  Notizie nazionali  >  Current Article

Tac con radiazioni dimezzate: la brillante invenzione di due giovani ingegnere di Napoli

By   /  21 Maggio 2019  /  No Comments

    Print       Email

Il mondo delle Tac non sarà più lo stesso grazie all’incredibile lavoro di due ingegnere di Napoli. Le giovani hanno ideato un algoritmo che servirà a collaudare macchine in grado di eseguire questa indagine diagnostica in maniera altrettanto efficace ma dimezzando le radiazioni.

La Tac permette di scandagliare diverse parti del corpo umano ottenendo immagini digitali che possono essere molto utili ai fini diagnostici. Tutto questo, però, ha un costo e non solo in termini economici ma anche di salute dei pazienti che ad ogni Tac vengono esposti a raggi X non certo innocui per l’organismo, soprattutto se sono diversi e ravvicinati nel tempo (pensiamo ad esempio ai pazienti oncologici che spesso sono sottoposti regolarmente a questa indagine radiodiagnostica).

Grazie al nuovo protocollo, sviluppato per il sistema ASIR (Adaptive Statistical Iterative Reconstruction), tutte le persone che in futuro dovranno sottoporsi ad una Tac per motivi di salute, potranno farlo evitando gran parte delle radiazioni che emettono le attuali macchine. Le due brillanti ingegnere cliniche campane, infatti, sono riuscite a trovare il modo di ridurle significatamente. Come?

Michela D’Antò, della Fondazione G. Pascale e Federica Caracò, dell’Università degli studi Federico II, vincitrici del Primo premio assoluto dell‘Health technology challenge (Htc), ci sono riuscite grazie alla scoperta diun algoritmo che, se da una parte permette di avere comunque immagini di buona qualità utili ai fini clinici, dall’altra consente il collaudo di macchine di diversi modelli in grado di effettuare Tac con una riduzione di radiazioni del 40%-60%.

E’ diventata quindi concreta la possibilità di avere una Tac con radiazioni dimezzate. L’esame diagnostico rimane altrettanto utile ma decisamente meno invasivo per il paziente. Come hanno dichiarato le due ingegnere:

“Tali risultati dimostrano l’importanza dell’aggiornamento delle tecnologie esistenti per migliorare le prestazioni degli strumenti radiologici nell’ottica di assicurare al paziente prestazioni più accurate e minimizzando i rischi possibili derivanti dall’esposizione a radiazioni ionizzanti”

tac copia

Una invenzione davvero importante considerando, tra l’altro, che nel nostro paese è stato stimato un numero molto alto di Tac effettuate ogni anno. Si parla di 40 milioni di esami radiologici, la maggior parte dei quali effettuati sui pazienti oncologici ma di cui il 44% potrebbe essere evitato in quanto viene prescritto in modo inappropriato e anche quando non veramente necessario.

Che dire? Un traguardo scientifico chiave, ottenuto dalla migliore ricerca italiana!

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

A Calatafimi Segesta la “Notte dei Tesori Calatafimesi”. Notte bianca fra festa e cultura

Read More →