Loading...
You are here:  Home  >  Calatafimi-Segesta  >  Current Article

Ryanair a Trapani Birgi per 5 anni. Trovato l’accordo per i nuovi voli ma ancora diversi i nodi da sciogliere

By   /  14 Ottobre 2019  /  No Comments

    Print       Email

Ryanair è pronta a tornare a volare su Trapani Birgi. Il manager di Airgest Salvatore Ombra oggi ha annunciato di aver trovato l’accordo con la compagnia irlandese per un nuovo co-marketing che consentirebbe all’aeroporto di Birgi di tornare ad avere degli aerei Ryanair che faranno base al “Vincenzo Florio”.

L’accordo prevederebbe un investimento di 4 milioni di euro l’anno, di cui la metà dovrebbero essere sborsati dai Comuni della provincia di Trapani, e gli altri due milioni con tassa di scopo e con l’intervento delle imprese della provincia. Si parla di due aerei basati su Trapani, e qualcosa come un milione di passeggeri l’anno su Birgi entro il 2021. L’accordo avrebbe durata di 5 anni per quattro milioni di euro l’anno. 

Si parla di una ritrovato interesse di Ryanair all’aeroporto di Trapani Birgi grazie al lavoro svolto dal Dott. Ombra e al suo incontro con il numero 2 di Ryanair. La compagnia irlandese avrebbe detto che, per andare avanti nell’accordo, vorrebbe chiusa la partita del precedente co-marketing a dimostrazione della buona volontà degli enti pubblici trapanesi. Il presidente di Airgest si è impegnato a versare 150 mila euro entro un mese, una somma che andrebbe quasi a dimezzare il debito di 350 mila euro che insiste con la AMS – Airport Marketing Services Limited dal precedente co-marketing. Ombra ha informato i sindaci della provincia in queste ore sollecitando i morosi del precedente accordo a saldare il dovuto.

Il prossimo passo è l’istituzione di un tavolo tecnico che risolva i nodi sul come ed in che proporzione i diversi Comuni debbano stanziare i 2 milioni e sul dove e come reperire gli altri 2 milioni che serviranno per mantenere attivo l’accordo con Ryanair. 

L’Assessore allo sport turismo e spettacolo del comune di Calatafimi Segesta, Dott.sa Eliana Bonì, nel suo intervento durante l’incontro, ha sottolineato come per un piccolo comune come quello di Calatafimi Segesta, attualmente appena sfiorato dal turismo, sia difficile riservare importi di un già sofferente bilancio comunale per la campagna di co marketing, ma nonostante questo ha rinnovato l’impegno del comune a cercare di reperire tali importi ribadendo la necessità che le quote dei diversi comuni siano calcolate in modo proporzionale in base ai benefici derivanti da tale azione.

Ha poi continuato il suo intervento analizzando le invece numerose presenze del vicino Parco Archeologico di Segesta, circa 300.000 visitatori annuali, ed ha lanciato un importante input proponendo di coinvolgere, in questa “ricerca di fondi”, i Parchi Archeologici, ormai dotati di piena autonomia gestionale e finanziaria grazie all’eredità lasciata da Sebastiano Tusa, e quindi dotati di importanti risorse economiche che possono essere decisive per il raggiungimento dell’importo previsto dall’accordo con Ryanair oltre che per la promozione del Parco Archeologico di Segesta e di tutto il territorio calatafimese attraverso il Distretto Turistico Sicilia Occidentale e non solo.

 

Quanto detto è emerso oggi nel corso di un incontro avuto con i sindaci del territorio. Questa la nota stampa dell’Airgest in cui si annuncia concretamente il nuovo volo per Malta e anticipa la possibilità di concludere l’accordo con Ryanair per nuove rotte.

Ryanair ed il territorio trapanese tornano ad intrecciare i loro destini, facendo presagire l’eco degli ottimi risultati ottenuti quando la compagnia irlandese aveva scelto l’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi come sua base nel sud Italia. E mentre dagli uffici di Dublino veniva diffusa, con nota ufficiale, l’attivazione della nuova rotta Trapani – Malta, i sindaci dei comuni trapanesi, il presidente di Airgest, Salvatore Ombra e il presidente della Camera di Commercio di Trapani, Pino Pace, riuniti insieme nei locali dell’Ente camerale, hanno confermato l’impegno a saldare il debito maturato nei confronti di Ryanair, con le quote di co-marketing arretrate, consentendo così alla società di gestione Airgest di chiedere alla compagnia un maggiore impegno.

Quanto è emerso dall’incontro con i sindaci: il pagamento del debito a Ryanair e raccolta di fondi per la promozione del territorio

«La riunione è andata bene, al di là delle nostre aspettative – ha dichiarato il presidente di Airgest, Salvatore Ombra -. Ringrazio il presidente della Camera di Commercio di Trapani, Pino Pace, l’associazione industriali e tutti i sindaci per la loro partecipazione e disponibilità. Abbiamo raggiunto la giusta intesa per riorganizzare il futuro, che ben comincerà con la raccolta dei fondi per la promozione territoriale a cui tutti hanno dato il proprio assenso. Inoltre – precisa Ombra – è emerso il chiaro impegno di dare, entro un mese, una prima tranche importante del saldo del debito verso Ryanair delle quote di co-marketing. Ciò ci consente – spiega il presidente di Airgest – di poter chiedere ulteriori rotte da e verso Trapani. Oggi è stato ancora stabilito che, a stretto giro, il presidente della Camera di Commercio convocherà di nuovo i sindaci per intavolare con i comuni la parte operativa del piano».

I dettagli della nuova rotta Trapani Malta

La nuova rotta Trapani – Malta, operata da Ryanair sarà disponibile due volte alla settimana a partire da marzo 2020. I viaggiatori di Trapani potranno ora prenotare le vacanze estive a Malta fino a ottobre 2020, volando con le tariffe più basse. Enorme soddisfazione da parte del presidente di Airgest, Salvatore Ombra, per l’ulteriore rotta: «E’ la dimostrazione che la compagnia irlandese vuole continuare ad investire sul nostro territorio».

 

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Il sistema Montante, la mafia che si fa trasparente e le trasparenze di certa antimafia

Read More →