Loading...
You are here:  Home  >  Costume e Società  >  Current Article

Protestano gli agricoltori del Belice: chiedono prezzi più equi per grano, vino, olio

By   /  27 Febbraio 2019  /  No Comments

    Print       Email

 Si fa sentire il mondo agricolo della Valle del Belice. Scendono in piazza con i trattori per chiedere prezzi più equi per i loro prodotti. A centinaia ieri hanno sfilato sulla Palermo – Sciacca. Il costo del grano attuale, giusto per dare un dato è 17 centesimi al chilo, meno del prezzo di produzione. Chiedono che venga magari alzato a 40, perché in questo momento i costi sono più dei ricavi. “Non ci aiuta nessuno” protestano gli agricoltori. 

“L’Agricoltura Siciliana, volano dell’economia nazionale, si trova ad affrontare una flessione di mercato indotta dalle politiche Regionali, Nazionali ed Europee”. A sostenerlo è Maria Giovanna Mangione presidente dell’ordine dei Dottori Agronomi e Forestali di Agrigento.

“La nostra categoria – si legge in una nota stampa – è sensibile alla problematica che investe il settore zootecnico e non solo, poiché l’intero settore Agricolo – Cereali, Legumi, Olio, Ortofrutta, prodotti Lattiero Caseari, Carne – è afflitto dai bassi prezzi imposti dal mercato negli ultimi anni. La nostra Agricoltura di Qualità è costretta a concorrere su un mercato in cui dominano altri Paesi che non seguono i nostri protocolli, con certificazioni e tracciabilità ottenute senza alcun controllo del benessere animale o igienico sanitario, oltre che sfruttamento di lavoratori schiavizzati e minori”.

La Presidente Mangione aggiunge: “Questi produttori si impongono con politiche di prezzo alquanto sleali sul territorio Regionale, Nazionale ed Europeo, sui nostri mercati di riferimento, con ingenti danni all’agricoltura italiana. L’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Agrigento vuole promuovere e auspica fortemente una concertazione tra i vari attori del settore agricolo e zootecnico – le aziende in primis, quindi la politica regionale e quella nazionale – per raggiungere una soluzione strutturale ed efficace del problema. Occorre proporre e far approvare leggi tali da garantire la qualità dei nostri prodotti e limitare, pur mantenendo un mercato libero, l’ingresso di tutti quei prodotti non conformi alla Legislazione Italiana, agevolando le Organizzazioni dei Produttori in tutto il settore primario, così da riattivare e mettere al centro i produttori con filiere produttive virtuose”.

Fonte Tp24

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Calatafimi Segesta: al Bosco Angimbè il primo English Summer Camp

Read More →