Loading...
You are here:  Home  >  Ambiente  >  Current Article

Problema rifiuti: polo tecnologico di Castelvetrano, si firma il contratto per l’affitto e continua l’iter per l’impianto di Calatafimi

By   /  13 Novembre 2019  /  No Comments

    Print       Email

Sarà firmato in settimana, tra il presidente della SRR “Trapani Sud” Nicola Catania e il curatore fallimentare della “Belice Ambiente Spa” Giuseppe Antonio Lentini, il contratto di affitto del Polo Tecnologico di Contrada Airone a Castelvetrano. Si avvia così alla fase finale il lungo iter che potrà al riutilizzo, seppur temporaneo, dell’impianto fra Castelvetrano e Partanna e che consentirà all’intera provincia di gestire l’ammasso della frazione organica ed evitare così nuove emergenze. Per i 24 comuni, infatti, gli ultimi mesi sono stati da dimenticare per quanto riguarda il conferimento dell’organico. I pochissimi impianti disponibili in Sicilia hanno sofferto le enormi quantità da trattare e, a catena, le difficoltà si sono tradotte nei paesi con raccolte a singhiozzo. 

L’apertura del Polo tecnologico di Castelvetrano con un impianto mobile di trattamento che verrà gestito dalla “Trapani Servizi Spa” ci consentirà di poter ottimizzare il servizio di raccolta in tutti i Comuni, ha ribadito il Presidente della SRR “Trapani Sud”, riducendo anche i costi di trasporto verso impianti fuori provincia. Per entrare a regime il Polo tecnologico sarà necessario ripulirlo dai rifiuti provenienti da 17 comuni della provincia e che furono ammassati nel 2017, durante l’emergenza. I singoli enti hanno già appunto l’impegno di spesa nei confronti della “Trapani Servizi Spa” che si occuperà di smaltirli. 

Sul fronte nord della provincia invece c’è in ballo, invece, la costruzione del nuovo impianto che dovrà nascere sul territorio di Calatafimi. Nella delibera della Giunta Regionale del 5 novembre scorso è indicato che la struttura sarà finanziata con fondi del Piano ambiente e per questo è già arrivato il parere favorevole del Ministero dell’Ambiente. Si tratta di una riprogrammazione dove alcuni interventi sono stati tolti e potenziati altri. In questa c’è anche la somma di 6milioni per l’acquisto del Polo tecnologico di Castelvetrano. L’impianto di Calatafimi, invece, è stato tolto dal Patto per lo sviluppo della Regione Siciliana (era indicato con 14,5 milioni di euro) e inserito nel Piano operativo ambiente del Ministero.

Dei 18 milioni stanziati nel Piano, 15 andranno per l’impianto di Calatafimi. Al Dipartimento rifiuti dell’Assessorato regionale all’energia aspettano ora il progetto esecutivo dell’impianto, che fu al centro di una specifica riunione che si è tenuta presso la Prefettura di Trapani. In quella sede è stato indicato come termine ultimo di presentazione la fine del mese di novembre. L’impianto di Calatafimi potrà accogliere 23.000 tonnellate l’anno di organico. 

“Il nostro obiettivo, ha commentato il Presidente della SRR Trapani Sud, è quello di raggiungere l’autosufficienza e così ottimizzare il servizio, creando, a sua volta, un circuito virtuoso che possa, parallelamente, consentire il conferimento dei rifiuti in luoghi autorizzati e, dall’altro, consentire un risparmio in bolletta ai cittadini.”

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Da Segesta partono il progetto culturale territoriale e il festival diffuso

Read More →