Loading...
You are here:  Home  >  Economia  >  Current Article

Piano giovani, arriva il click week: 1.400 posti col nuovo bando

By   /  10 Settembre 2014  /  No Comments

    Print       Email

Le selezioni dovrebbero tenersi entro fine mese. Ad annunciarlo è stato il governatore Rosario Crocetta, che in una lunga conferenza stampa ha difeso ancora una volta l’assessore Scilabra: “Ha combattuto, sfidando i vecchi ladroni della Sicilia”“

Pronti, via. Si riparte. Dopo un mese di veleni e polemiche il nuovo Piano giovani è praticamente già pronto. Ad annunciarlo è stato il governatore Rosario Crocetta. Le selezioni dovrebbero tenersi entro fine mese. “Non c’è alternativa: verranno annullati i tirocini del 5 agosto”, ha spiegato il presidente della Regione oggi pomeriggio in una conferenza stampa fiume. Sono 1.400 i posti da assegnare con il nuovo bando. “Che si rende necessario anche perché il Ministero ci ha chiesto di revocare il precedente. Nei prossimi giorni verranno definiti i dettagli”.

 

CLICK WEEK – Non più click day, ma “click week”. In poche parole Crocetta sta valutando la possibilità di mettere in campo un sistema che possa consentire ai giovani di registrarsi online nell’arco di più giornate. Sicilia E-Servizi di Antonio Ingroia, la partecipata siciliana che gestisce i sistemi informatici, svolgerà il ruolo di assistenza tecnica. “Il nuovo Piano è pronto – puntualizza il governatore – si va avanti e rifaremo quel click per superare questa impasse psicologica e dare la possibilità ai giovani di partecipare, a chi non lo ha fatto di farlo, a quelli iscritti di considerare valide le domande, evitando i contenziosi”.

SCILABRA E I LADRONI – Nella conferenza stampa di oggi Crocetta ha difeso a spada tratta l’operato dell’assessore alla Formazione, Nelli Scilabra, nel mirino della critica proprio per il flop day. “Non consentirò il sacrificio di chi, come la Scilabra ha combattuto, sfidando i vecchi ladroni della Sicilia, esponendosi in prima persona, il vecchio sistema di potere. Nessuno si può permettere il lusso di lanciare ultimatum. La Scilabra – ha aggiunto Crocetta – è un assessore che ha messo in discussione il malaffare, la formazione professionale, ha lanciato il Piano Giovani dove i soldi si stavano perdendo. C’è stato un click day fallito per motivi informatici”.

RIMPASTO PD – Il governatore ha quindi replicato a distanza al Pd, in pressing per il rimpasto (oggi riunione del gruppo parlamentare per presentare la lista dei nomi dei papabili assessori in quota Pd): “Perché dobbiamo cacciare la Scilabra e non hanno cacciato Genovese dal partito? La trattativa sul rimpasto non si fa cedendo sulla questione morale. Nel 2014 Raciti pensa di poter riunire una Direzione del partito per decidere i miei assessori senza consultarmi. Manco nella Russia bolscevica”.

GAY E ORLANDO – Poi un cenno sulla vicenda delle adozioni gay: Sono favorevole, ma penso che un legislatore debba essere un passo avanti rispetto al popolo. Se si trova quindici passi avanti, rischia di perdere consenso. Partirei con una legge sulle unioni civili e una volta diffuso il modello di famiglia omosessuale, aprirei un dibattito sereno sulle adozioni”. E infine su Leoluca Orlando: “Con tutto il rispetto per chi chiede il commissariamento della Regione, mi pare sia una cariatide, cominci a pulire le strade, sono disponibile a dibattiti ed a confronti”.

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Calatafimi Segesta: al Bosco Angimbè il primo English Summer Camp

Read More →