Loading...
You are here:  Home  >  Notizie nazionali  >  Current Article

Nuovo studio sui Vaccini: quanto prevengono infezione, morte e quanto cala l’efficacia

By   /  23 Agosto 2021  /  No Comments

    Print       Email

Nuovo studio britannico, il 99% dei vaccinati non muore, il 70% non si ammala neanche di fronte alla variante Delta
In base agli ultimi studi ed elaborazioni britanniche, l’effetto della campagna vaccinale anti Covid si è fatto sentire anche nella prevenzione stimata di almeno 82.100 ricoveri ospedalieri potenziali in più di over 65 anni nella sola Inghilterra. In generale i due vaccini usati in larga prevalenza finora nel Regno Unito, Pfizer/BioNTech e AstraZeneca/Oxford, confermano poi livelli di efficacia elevati e analoghi fra loro, stando a questi dati aggiornati e ampliati.

QUANTO PREVENGONO IL RISCHIO MORTE
Sulla prevenzione dei rischio di morte, il successo è indicato ora al 75-80% dei casi già dopo la prima dose; e fino addirittura al 99% (sempre per entrambi, seppure con qualche oscillazione in più fra stime minime e massime) dopo il ciclo completo.

QUANTO I VACCINI PREVENGONO L’INFEZIONE DA COVID 19
Più basso, ma pure significativo, appare l’impatto della prevenzione dall’infezione in se’: con un calo del pericolo di contagio calcolato fra il 55 e il 70% per Pfizer e un po’ meglio, fra il 60 e il 70%, per AstraZeneca. Il servizio sanitario britannico osserva d’altronde come il vaccino sia soprattutto in questa fase un’arma cruciale contro le forme più gravemente sintomatiche del Covid-19.

Quanto alla riduzione di efficacia degli antidoti attualmente disponibili contro l’aggressiva variante Delta (detto anche indiana) del coronavirus, oggi dominante in Europa e in buona parte del mondo, l’indagine in questione la indica attorno al 15% rispetto alla variante Alfa (detta inglese) dopo una singola dose sia di AstraZeneca sia di Pfizer; e a non oltre il 10% dopo la doppia dose.

QUANTO CALA L’EFFICACIA DEI VACCINI
Il vaccino di Pfizer/BioNtech è più efficace di quello di Astrazeneca contro la variante Delta del coronavirus, ma la sua efficacia declina più velocemente: lo ha rilevato uno studio di Oxford, università che ha partecipato allo sviluppo di Astrazeneca. Lo studio, riporta l’Afp, ha preso in esame tra dicembre e agosto 700mila persone, e ha registrato che una persona che un mese prima ha ricevuto la seconda dose di Pfizer/BioNtech è più protetta al 90% contro la variante Delta di una persona non vaccinata, percentuale che cala all’85% dopo due mesi e al 78% dopo tre mesi.

Chi ha invece ricevuto il vaccino Oxford/Astrazeneca è più protetto al 67% dopo un mese, al 65% dopo due mesi e al 61% dopo tre mesi. Dopo quattro o cinque mesi la percentuale di protezione dei due vaccini è simile. Lo studio non ha ancora ricevuto la revisione “peer review”.

Fonte Tp24

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

  • Pubblicità




You might also like...

Coronavirus, misure urgenti per 55 Comuni in Sicilia. Ecco quali sono

Read More →