Loading...
You are here:  Home  >  Ambiente  >  Current Article

Il parlamento Ue mette al bando definitivamente la plastica monouso a partire dal 2021

By   /  28 Marzo 2019  /  No Comments

    Print       Email

Il parlamento Ue, riunito in plenaria a Strasburgo, ha votato a favore del divieto di articoli in plastica monouso a partire dal 2021. Tra due anni in tutta l’Unione europea saranno dunque vietati piatti, posate, cannucce e cotton fioc usa e getta.  Il testo è stato approvato con 560 voti a favore, 35 contro e 28 astensioni.

Quali prodotti non troveremo più nei supermercati dopo lo stop alla plastica usa e getta

L’Europarlamento ha dato il via definitivo alla normativa già concordata con i ministri dell’Ue che oltre al divieto della plastica monouso, impongono una raccolta del 90 per cento per le bottiglie di plastica entro il 2029, e impone che entro il 2025 il 25 per cento delle bottiglie dovrà essere composto da materiali riciclati. A partire dal 2030 poi la quota dovrà salire al 30 per cento.

 

La normativa prevede inoltre una stretta su chi inquina, e nello specifico, sui produttori che inquinano. Viene introdotto un regime di responsabilità a carico di produttori di tabacco e di attrezzi da pesca.

La Commissione europea ha rilevato che oggi oltre l’80 per cento dei rifiuti abbandonati in mare è costituito da plastica. E nello specifico la plastica monouso, che sarà bandita dall’Ue. I prodotti usa e getta hanno un tempo di decomposizione molto lungo, che fa si che la plastica si accumuli negli oceani e sulle spiagge.

Quella stessa plastica, ingerita da animali marini come tartarughe, foche, balene, pesci e crostacei, entra nella catena alimentare umana.

Nella stessa seduta di mercoledì 27 marzo, il Parlamento europeo ha approvato in via definitiva un pacchetto di misure per ridurre le emissioni di gas a effetto serra di automobili e furgoni entro il 2030.

L’obiettivo è ridurre le emissioni del 37,5 per cento entro il 2030 per le automobili nuove. I produttori le cui emissioni medie superano i limiti dovranno pagare una sanzione.

Entro il 2023, inoltre, la Commissione europea dovrà valutare se destinare o meno tali importi a un fondo specifico per la transizione verso una mobilita’ a emissioni zero e per sostenere la formazione dei lavoratori del settore automobilistico. Il provvedimento è stato adottato con 521 voti a favore, 63 contro e 34 astensioni.

Addio ai cotton fioc di plastica dal 1 gennaio, l’Italia è il primo paese al mondo a vietarli

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

A Calatafimi Segesta la “Notte dei Tesori Calatafimesi”. Notte bianca fra festa e cultura

Read More →