Loading...
You are here:  Home  >  Politica  >  Current Article

Il no degli alleati alla nomina di Panvini ai Beni culturali, Miccichè stoppa Musumeci

By   /  11 Giugno 2019  /  No Comments

    Print       Email

Sul nome di Rosalba Panvini come assessore ai beni Culturali in Sicilia non ci sarà il via libera di Forza Italia. Fra tutti i nomi circolati fino ad ora gli azzurri direbbero sì soltanto a Patrizia Li Vigni, direttore del Museo di Palazzo Riso e vedova del compianto Sebastiano Tusa ricordato appena ieri in una celebrazione prima religiosa e poi laica che ha visto una partecipazione enorme.

Uno stop, quello di Miccichè, carpito fra le righe degli interventi di ieri ma che era noto nelle intenzioni del commissario azzurro, il primo a sussurrare il suo dissenso all’orecchio di qualche giornalista particolarmente amico. Ma ieri questo dissenso sarebbe stato espresso chiaramente anche se in privato. Miccichè avrebbe ricordato a Musumeci che quell’assessorato era stato assegnato in quota a Forza Italia e in virtù di quell’accordo sulla poltrona  dei Beni Culturali si era seduto prima Vittorio Sgarbi e poi proprio Sebastiano Tusa.

Adesso Miccichè non rivendica il posto per un deputato azzurro ma vuole condividere la scelta del tecnico. Per questo il sì di Li Vigni mentre torna a circolare un’altra voce ovvero il nome di Davide Rampello.

Rampello, al momento, è una possibilità remota così come è difficile che Musumeci ceda. L’alternativa è già sul piatto: se il governatore vuole scegliere in autonomia allora che il rimpasto sia più ampio. Insomma Miccichè tornerebbe a chiedere la sostituzione del vice Presidente Armao e un altro assessorato per Forza Italia sulla cui poltrona far sedere Toni Scilla senza dover rinunciare al posto di Edy Bandiera.

Meno problemi, invece, sul fronte della scelta dell’altro assessore mancante dopo l’addio di Sandro Pappalardo nominato all’Ente nazionale per il Turismo che lascia scoperto proprio l’assessorato turismo. Fratelli d’Italia è pronta ad indicare Manlio Messina come suo sostituto. Uno scambio di persone che nulla cambia negli equilibri politici.

Ma il vero tema è quello dei beni culturali. E la rotazione dei direttori di parchi e musei non ha certo aiutato il clima. La rivolta è in corso con scelte additate come prive di criterio, irrispettose, illegittime e chi più ne ha più ne metta. Scelte che per gli addetti ai lavori sono state ispirate proprio dalla Panvini.

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Costituito il Biodistretto della Provincia di Trapani “Terre degli Elimi”. Ha aderito anche Calatafimi Segesta

Read More →