Loading...
You are here:  Home  >  Notizie nazionali  >  Current Article

È nato il nuovo governo Conte con 5 Stelle e Pd: chi sono i 21 ministri

By   /  4 Settembre 2019  /  No Comments

    Print       Email
Giuseppe Conte scioglie la riserva come premier: nasce il nuovo governo giallo-rosso con M5S e Partito democratico. Gualtieri all’Economia, Di Maio agli Esteri, Guerini alla Difesa, la Salute a Liberi e uguali, che entra ufficialmente nella nuova maggioranza: ecco tutti i nuovi ministri

Il nuovo governo Conte è nato. Dopo una settimana il presidente del Consiglio ha sciolto la riserva davanti al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e ha annunciato i nomi dei nuovi ministri del governo Pd-M5s al Quirinale, dove giureranno domani alle 10. Si chiude così la crisi di governo aperta di fatto da Matteo Salvini l’8 agosto e andata in scena ufficialmente in Senato con l’attacco al leader leghista e l’annuncio di dimissioni il 20 da parte di Conte, allora premier del governo giallo verde M5S-Lega. L’ultima via libera è arrivato ieri dalla piattaforma Rousseau con il voto online degli iscritti ai Cinque Stelle. Sette le donne su 21 ministri. Un dicastero, importante, la Sanità va con Roberto Speranza a Liberi e uguali (Leu), che entra ufficialmente nella nuova maggioranza. Nove ministri vanno ai Cinque Stelle, 9 al Pd, due i tecnici.

All’Economia va Roberto Gualtieri del Partito democratico. Nato nel 1966, professore di Storia contemporanea, è eurodeputato dal 2009. Attualmente è presidente della commissione per i problemi economici e monetari del parlamento europeo. 

Al ministero dell’Interno arriva Luciana Lamorgese, prefetto di Milano fino all’anno scorso e prima ancora capo di gabinetto del Viminale. Tecnica, è la donna che occupa uil posto più alto nel nuovo governo.

Luigi Di Maio lascia invece ministero dello Sviluppo Economico per arrivare alla Farnesina: è il nuovo ministro degli Esteri, prendendo il posto del diplomatico Enzo Moavero Milanesi. Il capo politico del Movimento 5 Stelle non sarà più vicepremier: nel nuovo esecutivo non c’è nessun vicepresidente del Consiglio.

Lorenzo Guerini è il nuovo ministro della Difesa. Deputato del Partito democratico dal 2013 ed ex vicesegretario del Pd di Matteo Renzi segretario, è considerato vicino alle posizioni dell’ex premier. Alla Cultura invece va Dario Franceschini del Partito democratico, che ritorna al governo dopo l’ultima esperienza con Gentiloni. È già stato ministro della Cultura, anche nel governo Renzi.

Alfonso Bonafede del Movimento 5 Stelle rimane alla Giustizia: è l’unico “big” tra i ministri del precedente governo a rimanere al suo posto.

Ecco chi sono gli altri ministri: Paola De Micheli (Pd) a Infrastrutture e Trasporti; Stefano Patuanelli (M5S) allo Sviluppo economico; Fabiana Dadone (M5S) alla Pubblica amministrazione; Sergio Costa (tecnico, di area M5S) all’Ambiente; Nunzia Catalfo (M5S) al Lavoro; Lorenzo Fioramonti (M5S) all’Istruzione; Federico D’Incà (M5S) ai Rapporti con il Parlamento; Paola Pisano (M5S)all’Innovazione tecnologica; Francesco Boccia (Pd) agli Affari regionali; Giuseppe Provenzano (Pd) al Sud; Enzo Amendola (Pd) agli Affari europei; Vincenzo Spadafora (M5S) alle Politiche giovanili e Sport; Elena Bonetti (Pd)alla Famiglia e alle Pari Opportunità; Teresa Bellanova (Pd) alle Politiche agricole

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio è Riccardo Fraccaro (M5S).

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Calatafimi Segesta: anticipato al 10 settembre l’inizio dell’anno scolastico 2019-2020

Read More →