Loading...
You are here:  Home  >  Ambiente  >  Current Article

Dissequestrato l’impianto Sicilfert. In arrivo una boccata d’ossigeno per i Comuni

By   /  19 Novembre 2019  /  No Comments

    Print       Email

Potrebbe cessare a giorni l’emergenza rifiuti nei Comuni della Sicilia occidentale che fino allo scorso febbraio hanno conferito l’umido e l’organico alla Sicilfert di Marsala, azienda che trasforma il pattume in fertilizzanti. Il giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Marsala, Riccardo Alcamo, accertato che l’azienda ha ottemperato a tutte le prescrizioni imposte per evitare possibili rischi di inquinamento, ha infatti firmato il dissequestro dell’impianto al quale, lo scorso 24 febbraio, i carabinieri hanno posto i sigilli in esecuzione di un provvedimento della Procura di Marsala, che ha ipotizzato i reati di inquinamento ambientale e attività di gestione rifiuti non autorizzata.


Esprimendo “soddisfazione” per la decisione del gip, i legali della Sicilfert, gli avvocati Diego e Massimiliano Tranchida, affermano che “il dissequestro conferma che la Sicilfert non è un ecomostro”. Lo scorso 5 giugno, lo stesso magistrato aveva firmato un dissequestro a “condizioni”. E cioè imponendo una serie di prescrizioni al titolare dell’azienda, realizzata qualche decennio addietro trasformando i locali dell’ex cantina sociale vinicola Maimone. Il definitivo dissequestro è stato disposto con parere favorevole dell’amministratore giudiziario. Adesso, l’unico problema da risolvere rimane l’aumento del limite di capienza massimo dell’impianto. In questi mesi, diversi Comuni della provincia di Trapani sono stati costretti ad inviare i rifiuti organici anche fuori dalla Sicilia (Campania e nord Italia), con notevole aggravio di costi di trasporto. E per questo, il sindaco di Marsala, Alberto Di Girolamo, aveva chiesto al governo regionale di trovare una soluzione “a prezzo contenuto”.

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Da Segesta partono il progetto culturale territoriale e il festival diffuso

Read More →