Loading...
You are here:  Home  >  Costume e Società  >  Current Article

Decathlon non aprirà a Palermo, il Comune boccia la riconversione dell’ex Coca cola

By   /  17 Giugno 2020  /  No Comments

    Print       Email

Decathlon non aprirà, il Comune boccia la riconversione dell’ex Coca
Nell’area D1 solo attività industriali”. Il Suap nega così il permesso di costruire alla Roberto Abate spa, proprietaria del terreno, che avrebbe voluto realizzare un insediamento commerciale per venderlo al colosso dell’abbigliamento sportivo. Orlando e Piampiano: “Valutazione tecnica, rispetto di regole è un imperativo”

Gli uffici comunali del Suap rigettano l’istanza presentata dalla Roberto Abate spa per la riconversione dell’ex area della Coca cola a Tommaso Natale. La società catanese, diventata proprietaria del terreno, avrebbe voluto costruire un insediamento commerciale per venderlo a Decathlon. 

Il Comune però ha detto “no”, in quanto la destinazione urbanistica dell’area “non è compatibile con la destinazione commerciale proposta”. Si tratta infatti di un’area classificata come D1, ovvero insediamento industriale. E quindi per il Suap non possono andarci attività che non siano esclusivamente “industriali, artigianali e simili” (interpretazione suffragata anche da un parere dell’avvocatura comunale). Stando così le cose, Decathlon non aprirà.“

Ma facciamo un passo indietro. Inizialmente al posto della fabbrica della Coca Cola (demolita nel 2012) doveva essere costruita una multisala cinematografica con due ristoranti annessi. Ma i lavori furono bloccati perché la nuova costruzione non avrebbe rispettato la volumetria dell’edificio preesistente e l’area era stata sequestrata. La realizzazzione del cinema multisala era così finita al centro di un’indagine per abuso di ufficio e violazioni edilizie.“

Tramontata l’ipotesi multisala, sempre la Roberto Abate spa, ha proposto il progetto dell’area commerciale da destinare a punto vendita Decathlon. Quest’ultimo però nelle carte prodotte al Comune non figura mai. Adesso il diniego del permesso di costruire. Che arriva a distanza di un anno dall’ultimatum all’amministrazione lanciato da Decathlon, che sarebbe stato pronto a investire 20 milioni di euro. 

“Nessuna valutazione di tipo politico o di altra natura – spiega Leopoldo Piampiano, assessore alle Attività produttive – può e deve interferire con una valutazione tecnica e di legittimità formale che compete unicamente agli uffici, che hanno correttamente sottoposto questa pratica ad un’analisi approfondita e circostanziata”. “

Fonte Palermo Today

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

  • Pubblicità




You might also like...

Calatafimi Segesta: installati nuovamente i banner decorativi al Belvedere F. Vivona

Read More →