Loading...
You are here:  Home  >  Notizie nazionali  >  Current Article

Covid, in Italia volano i contagi. Ma rischiamo un nuovo lockdown? I dati a confronto

By   /  5 Ottobre 2020  /  No Comments

    Print       Email

Il numero dei malati torna ai livelli di fine aprile. Ma crollano i ricoverati in terapia e i decessi. Il governo sta per varare nuovi divieti per contrastare la diffusione del virus.

Covid, in Italia volano i contagi. Ma rischiamo un nuovo lockdown? I dati a confronto

Davanti all’aumento dei contagi è ormai scontato il ritorno dell’obbligo delle mascherine, così come il ritorno dell’esercito nelle strade per contrastare gli assembramenti e tutti gli altri divieti che il governo sta per istituire nuovamente dopo la fine del lockdown del 4 maggio scorso. Il quadro generale, con la riapertura delle scuole e la ripartenza del Paese tutto, si è di nuovo aggravato. Ma rischiamo un nuovo lockdown? Per il momento no: ecco la risposta nel confronto dei dati. 

Covid, in Italia volano i contagi. Ma rischiamo un nuovo lockdown? I dati a confronto
L’incremento dei contagi rispetto al giorno precedente

L’incremento dei contagi della settimana appena conclusa (28 settembre-4 ottobre) evidenzia come il numero dei nuovi infetti sia tornato a quello della settimana precedente alla fine del lockdown (20-26 aprile): circa 2.400 nuovi casi al giorno. Un dato che sta allarmando molti cittadini, ma che va letto con accuratezza: lo confrontiamo qui di seguito con altri parametri. Resta da evidenziare che, in questa fase, gli studi dimostrano che circa il 76% dei contagi avviene in famiglia.

Covid, in Italia volano i contagi. Ma rischiamo un nuovo lockdown? I dati a confronto
I ricoverati totali in terapia intensiva

A fronte di un importante aumento delle persone infette da Covid-19, almeno per il momento, non si stanno verificando conseguenze cliniche della medesima gravità rispetto alla virulenza con cui la malattia colpiva. A fine aprile i ricoverati in terapia intensiva erano in media 2.200 al giorno, mentre oggi circa 300. Il motivo? Le misure di distanziamento e le mascherine fanno sì che il Covid, anche quando colpisce, lo fa in maniera meno virulenta. Negli ospedali i protocolli terapeutici sono decisamente più rodati rispetto alla prima ondata, i posti letto a disposizione sono sufficienti e ciò consente al personale medico di affrontare i casi con maggiore possibilità di successo.

Covid, in Italia volano i contagi. Ma rischiamo un nuovo lockdown? I dati a confronto
L’incremento dei decessi rispetto al giorno precedente

Il parametro chiave è quello dell’incremento dei decessi: nell’ultima settima di aprile erano in media 400 al giorno, mentre in quella appena conclusa sono circa 20. Perché si muore di meno? Gli anziani, categoria più a rischio, si proteggono molto di più e fanno molta più attenzione alle misure anticontagio. Oggi l’età media dei malati è di circa 40 anni, mentre nell’aprile scorso era sopra ai 60. Inoltre sono in atto tamponi di massa: ciò contrasta molto la diffusione dei focolai, in particolare nelle Rsa, dove durante il lockdown ci sono stati centinaia e centinaia di morti.

Fonte Corriere

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

  • Pubblicità




You might also like...

La mappa delle chiusure nelle Regioni, l’allarme di De Luca e Fontana. Record di casi in Campania e Lombardia, circa 8mila

Read More →