Loading...
You are here:  Home  >  Internazionali  >  Current Article

Coronavirus, l’Oms: “Quello che stiamo imparando in Italia servirà a tutto il mondo. Bravo il ministro Speranza a condividere dati”

By   /  17 Marzo 2020  /  No Comments

    Print       Email

L’Organizzazione mondiale della Sanità porta il lavoro del governo italiano come esempio per gli altri Paesi impegnati nel contrasto alla diffusione del Covid-19 e invita tutti a “lavorare mano nella mano”. Quindi l’appello: “Dare alle strutture sanitarie le attrezzature necessarie per curare i pazienti e proteggere operatori sanitari”

L’Italia come “piattaforma” di conoscenze in Europa e il cui lavoro sarà utile nella lotta al coronavirus a livello continentale e mondiale. L’Organizzazione mondiale della Sanità porta il lavoro del governo italiano come esempio per gli altri Paesi impegnati nel contrasto alla diffusione del Covid-19 e invita tutti a “lavorare mano nella mano”.

È il direttore per l’Europa dell’Oms, Hans Kluge, a complimentarsi con Roma per le misure adottate e l’approccio all’epidemia: “L’Italia è uno dei Paesi più colpiti, ed è ora la piattaforma di know how in Europa. Quello che stiamo imparando in Italia servirà anche all’Europa e a tutto il mondo. Dobbiamo lavorare mano nella mano, imparando ogni giorno, in ogni settore”, ha spiegato.

Kluge si complimenta anche il ministro della Salute, Roberto Speranza: “Ho incontrato nelle scorse settimane le autorità italiane – ha aggiunto – e vorrei ribadire ancora una volta il mio apprezzamento al ministro della Salute Roberto Speranza per la trasparenza nel condividere i dati”.

Parlando di un “momento senza precedenti”, il direttore Europa dell’Oms ha spiegato che “è importante che i Paesi lavorino insieme, imparino gli uni dagli altri e armonizzino gli sforzi”. Il coronavirus “può essere respinto dalla solidarietàall’interno delle comunità, all’interno delle Nazioni e all’interno della nostra regione”, ha evidenziato Hans Kluge.

Da parte sua è arrivato anche un appello al fornire alle strutture sanitarie le “attrezzature necessarie” per “prendersi cura delle persone gravemente colpite e per proteggere gli operatori sanitari dall’esposizione”.

Mentre Dorit Nitzan, coordinatrice per le Emergenze sanitarie dell’Oms Europa, ha poi fatto notare che “l’Italia ha una popolazione con più anziani di altri Paesi, ad esempio la Corea del Sud ha più giovani e più donne”. Si tratta, ha spiegato, di un elemento che “fa molta differenza” e “anche per questo dobbiamo sempre guardare alle situazioni singole, paese per paese”.

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Coronavirus, in Sicilia da domani registrazione domande per cassa integrazione

Read More →