Loading...
You are here:  Home  >  Salute  >  Current Article

Coronavirus, la Sicilia la Regione con i dati peggiori: +46%

By   /  13 Gennaio 2021  /  No Comments

    Print       Email

La Sicilia con un totale di 111.555 casi di positività al Covid, di cui 44.038 attuali e un incremento di 1.913 positivi è la Regione italiana dove aumenta maggiormente il numero di contagiati.

Nell’ultima settimana la Sicilia è la più in difficoltà che con il suo +46%, passa da da 8.253 a 12.041.

VILLA SOFIA. Ha ripreso l’attività di emergenza al 100% il pronto soccorso dell’ospedale Villa Sofia a Palermo dopo che all’interno era scoppiato un focolaio nel reparto di osservazione breve. A metà mattina dopo un paio di giorni di sanificazioni e tamponi a tappeto a pazienti e sanitari l’area di emergenza ha ripreso ad accogliere i pazienti. Alla luce della nuova ripartenza c’era in piedi la possibilità che il pronto soccorso dell’ospedale Civico diventasse di nuovo presidio Covid. “Al momento resta tutto com’è – dice Renato Costa commissario provinciale per l’emergenza Covid – Venerdì al Policlinico di Palermo ci saranno 26 nuovi posti per pazienti Covid più 7 di terapia intensiva. Sempre venerdì ci saranno ulteriori 26 posti all’ospedale Cervello”.

Fonte Tp24

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

  • Pubblicità




You might also like...

In Sicilia zona rossa con maggiori restrizioni: niente visite ai parenti, chiusi quasi tutti i negozi

Read More →