Loading...
You are here:  Home  >  Notizie nazionali  >  Current Article

Coronavirus, Conte: “Pronti a difendere asset industriali e aziendali del Paese. Studiamo il provvedimento dello scudo del golden power”

By   /  25 Marzo 2020  /  No Comments

    Print       Email

Il governo valuta la possibilità di bloccare alcuni investimenti esteri per proteggere realtà finanziare e industriali strategiche, come chiede anche il Copasir. Lo ha chiarito il premier in una lunga intervista a Famiglia cristiana, in edicola domani, in cui ha parlato delle misure per superare “lo tsunami economico”, compresi i coronabond, nonché dell’esigenza di una risposta dell’Ue “vigorosa e tempestiva”

C’è la possibilità di utilizzare “lo scudo del golden power“, il potere che ha lo Stato di bloccare alcuni investimenti esteri per evitare che, in questo momento di crisi per l’emergenza coronavirus, asset industriali o aziendali strategici finiscano in mano straniera. “Stiamo studiando dettagliatamente il provvedimento”, ha ammesso il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nell’intervista concessa a Famiglia Cristiana, in edicola domani, specificando che “sotto la regia di palazzo Chigi, siamo pronti ad agire per difendere gli asset industriali e aziendali del nostro Paese senza precluderci di allargare l’intervento ad altri settori strategici“. È uno dei passaggi chiave della lunga intervista del premier al settimanale cattolico, in cui Conte si sofferma anche sulle misure per superare “lo tsunami economico” e “uscire atesta alta” da questa tempesta, nonché sull’esigenza di una risposta dell’Europa“vigorosa, tempestiva, coordinata”.

Provvedimenti in questo senso sono già stati presi ad esempio in Germania, dove il nuovo pacchetto di misure del governo di Angela Merkel prevede di aiutare le grandi aziende tedesce tramite un fondo di salvataggio da 600 miliardi di euro. Lo Stato potrà anche partecipare alla società, se necessario, comprando parte delle quote per evitare la vendita a proprietari stranieri. Le partecipazione pubbliche dureranno fino alla fine dell’emergenza.

Ue sappia che risposte tardive sarebbero inutili”
Nella sua intervista a Famiglia Cristiana, il premier Conte commenta anche le risposte finora arrivate dall’Unione europea: “Devo riconoscere che negli ultimi giorni iniziano ad assumere concretezza le dichiarazioni di intenti delle istituzioni europee. Ma questo non basta. Bisogna proseguire con coraggio e forte determinazione per vincere la sfida del Covid-19″. “L’Italia ora sente l’Europa vicina – prosegue Conte – Sono grato ai nostri partner europei per tutte le iniziative di sostegno, non solo morale ma anche materiale, messe in atto in questi giorni durissimi”. Ma il premier avverte anche che “Gli Stati membri e le istituzioni europee devono adesso marciare all’unisono per coordinare gli sforzi, nella consapevolezza che le risposte tardive sarebbero inutili“, sottolinea.

“A opposizioni chiedo stop a polemiche strumentali”
Alle critiche delle opposizioni sul primo decreto da 25 miliardi di euro, con la Lega che ha minacciato ostruzionismo in Parlamento, Conte replica che “con il Cura Italiaabbiamo fatto un primo passo importante, a cui ne seguiranno altri“. Per questo il presidente del Consiglio chiede al centrodestra “di contribuire costruttivamenteallo sforzo messo in campo dal governo, con responsabilità e amor di patria, mettendo da parte contrapposizioni pregiudiziali o polemiche strumentali“.

“No a stop trasporti: servono a medici e infermieri”
Un’altra polemica riguarda l’organizzazione nelle città dei trasporti pubblici, che molti chiedono di fermare. “Abbiamo chiesto alle autorità locali di riprogrammarele corse e gli orari in base ai nuovi picchi di affluenza, in modo da consentire il rispetto della distanza di sicurezza tra i viaggiatori. Il trasporto pubblico non può essere bloccato: impediremmo a medici e infermieri di raggiungere gli ospedali e renderemmo difficoltoso muoversi per chi è investito di servizi di pubblica utilità“, spiega Conte in un passaggio dell’intervista a Famiglia Cristiana.

“Prego di poter presto vedere gli italiani riabbracciarsi”
Infine, il premier racconta delle sue preghiere per “poter svolgere nel migliore modo possibile il mio ruolo” e per “riuscire a dare forza a tutti coloro che sono in prima linea”. “Prego – prosegue Conte – di poter presto rivedere gli italiani riabbracciarei loro cari e di riuscire a dare conforto a tutti coloro che hanno perso qualcuno. Nei momenti difficili la spiritualità sostiene più che mai la forza dell’impegno e dell’azione concreta”, conclude il presidente del Consiglio.

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Coronavirus, in Sicilia da domani registrazione domande per cassa integrazione

Read More →