Loading...
You are here:  Home  >  Amici animali  >  Current Article

“Carnevale con i randagi di Calatafimi”: al via una raccolta fondi a Calatafimi Segesta per aiutare gli amici a 4 zampe

By   /  3 Marzo 2019  /  No Comments

    Print       Email

Ormai da anni l’Associazione Ciccio Garibaldi, con grande spirito di dedizione e volontarietà, si occupa ogni giorno di decine di cani randagi a Calatafimi Segesta. L’attività di volontariato però diventa per loro sempre più difficile perché a causa dell’elevato numero di amici a 4 zampe le spese quotidiane aumentano di settimana in settimana. Nasce quindi l’idea di organizzare una raccolta fondi attraverso la vendita di dolci e attraverso le spontanee donazioni e quale miglior periodo se non quello di carnevale. 

“Abbiamo bisogno di aiuto per coprire i costi che si accumulano ogni giorno. Facciamo questo servizio col cuore ed indirettamente è anche un servizio che aiuta la comunità Calatafimese.
Domani saremo in piazzetta con dolci da vendere con lo scopo di raccogliere fondi per i nostri cani. Abbiamo inoltre organizzato un sorteggio che avrà luogo sempre in piazzetta alle 13:00. E’ possibile acquistare i biglietti anche domani. Accettiamo anche donazioni.”

La lodevole iniziativa è quindi fissata per domani, lunedì 4 marzo dalle ore 10:00 alle 14:00 in Piazzetta.

 

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Emergenza rifiuti nel trapanese, il Sindaco Rizzo: “A breve riapertura impianto organico. Chiesto intervento del prefetto”

Read More →