Loading...
You are here:  Home  >  Arte e Cultura  >  Current Article

Calatafimi Segesta: presentato il progetto “Scena Segesta – Laboratorio Internazionale di Drammaturgia Classica e Creazione Contemporanea”

By   /  8 Ottobre 2019  /  No Comments

    Print       Email

E’ stato presentato ieri, 7 ottobre 2019, presso la Biblioteca Comunale di Calatafimi Segesta, il progetto “Scena Segesta – Laboratorio Internazionale di Drammaturgia Classica e Creazione Contemporanea”.

Il territorio su cui insistono il centro abitato di Calatafimi e il sito antico di Segesta, costituisce un sistema sommerso di incroci umani, storici e culturali, dalle potenzialità enormi, ancora poco esplorate e non ancora trasformati in occasioni di crescita del tessuto sociale. In queste considerazioni il termine “centro abitato” esprime la continuità antropologica della storia umana dalla Segesta archeologica alla città di oggi. I Calatafimesi, che nel tempo, hanno assunto un nome di origine araba, sono i discendenti diretti di quella Aegesta di cui parla il mito di fondazione della città di Segesta. Il progetto Scena/Segesta, quindi, intende ripristinare il diritto alla centralità della popolazione “Aegestana” di oggi, grazie a mirate azioni culturali e politiche da mettere in atto nel territorio. Il progetto trasforma le potenzialità citate, in motori di cultura e di rinascita a beneficio soprattutto delle giovani generazioni costrette ad emigrare dinanzi alla mancanza di prospettive di lavoro e di stimoli culturali e artistici.

L’obiettivo è quindi sollecitare nuove dinamiche sociali ed economiche valorizzando il Bene Comune territoriale, che è il Teatro di Segesta, valore di condivisione universale, al di là dei limiti e dei confini geografici, in modo da consentire ai cittadini-spettatori di sentirsi ricollocati al centro del mondo e non nella periferia della realtà in cui vivono. Nelle fasi di realizzazione “Scena/Segesta” sarà articolata come pluralità di luoghi ed edifici adeguati all’ospitalità e all’obiettivo culturale, fino a trasformare l’abitato stesso in Città-Teatro. Un progetto in “work in progress” che ha come caposaldo il Teatro nella sua più alta espressione sociale e che ha l’ambizione di contribuire al dibattito permanente di memoria e realtà nella Scena internazionale.

Le scelte di politica culturale non possono infatti valorizzare l’esistente solo a livello locale perché il contesto in questione appartiene al patrimonio dell’umanità ed ha diritto ad affermare e a diffondere la sua immagine internazionale; né possono valorizzare l’esistente solo a livello internazionale senza tenere conto dell’umanità locale, detentrice del patrimonio, responsabile della sua protezione e della sua trasmissione, naturalmente delegata a produrre servizi dedicati alla sua fruizione. In tal senso il progetto ha l’ambizione di superare l’handicap di tutti questi anni in cui il territorio Calatafimi-Segesta è stato l’anello finale e debole di processi turistico-culturali esterni.

“Risponde in pieno ai nostri obiettivi – dice Antonino Accardo, sindaco di Calatafimi-Segesta – l’idea di poter creare a Calatafimi un laboratorio di drammaturgia classica, non solo perché la nostra città è inevitabilmente legata al teatro di Segesta, ma anche perché riteniamo che formazione e cultura siano importanti fattori di sviluppo. Siamo oltretutto orgogliosi che questo progetto porti la firma di Lina Prosa, calatafimese di origine, che ha portato alto il nome della nostra città in tutta Europa. L’amministrazione, fermamente convinta della bontà del progetto come volano per lo sviluppo turistico del nostro paese in un’ottica di destagionalizzazione, ha predisposto un importante intervento di manutenzione straordinaria dell’ex convento San Francesco attualmente sede del Museo. Il piano superiore del Museo diventerà un polo culturale che ospiterà anche il laboratorio di Drammaturgia classica”.

Scena/Segesta è uno spazio permanente di studio della materia umanistica, di formazione di attori e registi sulle pratiche teatrali contemporanee e innovative, legate alla messa in scena della drammaturgia classica. È luogo di incontro con i Maestri del teatro e tra le diverse culture teatrali e del Mediterraneo. In particolare il Laboratorio si specializza nella ricerca e creazione a partire dalla Drammaturgia Classica (Eschilo, Sofocle, Euripide) secondo le evoluzioni del termine stesso di drammaturgia nella storia recente del teatro e dei cambiamenti sociali. Il termine, infatti, detiene anche la possibilità di amplificare la dimensione poetica del testo verso ulteriori traguardi dell’immaginario. Il progetto utilizza a tal fine il metodo di laboratorio in modo che la formazione e la creazione siano fasi di lavoro in divenire, alimentate in maniera costante dalle questioni sempre aperte del teatro su sé stesso e sulla condizione umana. Il Mediterraneo, da una costa all’altra, è il vero contesto socio-politico dell’attività, via maestra di connessione con la cultura europea.

La “memoria” del territorio Calatafimi Segesta è parte integrante di un teatro più grande, la storia dell’Isola e del Mediterraneo. Si pensi alle influenze in termini geografici e culturali dell’incendio di Troia e alla narrazione della figura del profugo generatrice di città e storie, alle tracce epiche legate agli approdi di fortuna di Ulisse, Enea con il padre Anchise e il figlioletto Ascanio, alle guerre del triangolo turbolento Siracusa-Selinunte-Segesta e al rapporto diretto con l’Africa del Nord (Cartagine) e con le città della Grecia antica, Atene, Sparta, Corinto. Si pensi ancora alla Sicilia dove venne a concludersi il sogno di Dedalo ed Icaro e allo stesso Eschilo che venne a morire a Gela. Il Mediterraneo ora teatro di scontro di civiltà, va ritrovato e valorizzato per quello che era stato nell’Antichità, come via di scambi culturali ed economici, di accoglienza e inclusione.

“Siamo assolutamente entusiasti del progetto che la drammaturga Lina Prosa ha proposto alla nostra città – dice Eliana Bonì, assessora alla Cultura del Comune di Calatafimi – un progetto ambizioso in cui crediamo fermamente e su cui questa amministrazione vuole scommettere. La creazione di un laboratorio Internazionale di Drammaturgia Classica rappresenta un anello di congiunzione con il Teatro di Segesta; legherà due identità che seppur lontane geograficamente si appartengono e si completano. Aprire le porte di Calatafimi Segesta a giovani provenienti da tutta Europa che qui avranno la possibilità di formarsi come attori o registri per noi è motivo di grande vanto. Un’iniziativa questa che non avrà una ricaduta positiva solo sull’economia locale ma anche a livello culturale e sociale. C’è un bisogno viscerale di riappropriarci della nostra identità, di essere “attori protagonisti” del nostro territorio”.

I programmi del Laboratorio saranno curati da un équipe scientifica internazionale (Anna Beltrametti docente ordinario di Drammaturgia Classica all’Università di Pavia, Muriel Mayette-Holtz regista e direttrice Teatro Nazionale di Nizza, Lina Prosa drammaturga, Simone Audemars regista di Lausanne, Anna Barbera consigliere letterario e Alexandra Da Silva maître de conférences en Ėtudes théâtrales, Université Sorbonne di Parigi).

La partecipazione avverrà attraverso residenze artistiche e di ricerca diffuse attraverso un bando comunale. Le residenze sono aperte a studenti universitari, attori, registi, di qualunque Paese, con particolare attenzione ai Paesi dell’Area Mediterranea. Per la diffusione del bando saranno coinvolte le scuole di teatro europee e per la diffusione in ambito mediterraneo saranno coinvolti gli Istituti Italiani di Cultura del Nord Africa e della costa Medio-Orientale.

Il bando verrà promulgato entro il mese di dicembre 2019, con scadenza della presentazione delle domande alla fine di febbraio 2020. Il testo del bando suddiviso tra le diverse residenze, avrà come richiesta di base la presentazione di curricula e la disponibilità ad eventuale selezione attraverso un colloquio. Una quota del numero dei partecipanti sarà riservata ai giovani del territorio. Le attività si svolgeranno in alcuni spazi del Comune di Calatafimi-Segesta: attività permanenti (Casa Certeze, Teatro Cavallotti, ex Convento di San Francesco e Biblioteca comunale), attività temporanea (Teatro Antico del parco archeologico di Segesta).

Residenza Artistica per 10 attori della durata di tre mesi di cui: due mesi di formazione-specializzazione;

un mese di prove per l’inserimento degli attori residenti nel progetto teatrale previsto per il programma del festival “Scena/Segesta”,

Residenza di Ricerca e studio per 10 studenti-stagisti delle Università europee, interessati dal punto di vista storico e critico, al programma formativo e alla realizzazione del Festival.

Gli stessi potranno avere un ruolo di guida del pubblico, ovvero di presentazione del contesto del testo che va in scena. Il pubblico straniero in tal senso potrà usufruire delle lingue di appartenenza o di conoscenza degli stagisti.

Presentazione progetto “Scena Segesta” Calatafimi Segesta

Pubblicato da Calatafimi Segesta News su Lunedì 7 ottobre 2019

 


 

Programma di studio e calendario

Drammaturgia: dalla Formazione alla Creazione

Marzo-luglio 2020

  • Studio scientifico del testo antico
  • (Analisi del testo rispetto alla lingua, alla storia, all’autore)
  • Riscrittura del testo antico e del Mito
  • (La riscrittura come “urgenza” di comprensione della condizione contemporanea)
  • Paesaggio scenico e poetiche dello sguardo

(La scenografia se diventa corpo estraneo al contesto ambientale imitando la funzione tradizionale delle quinte da palcoscenico, opera violenza alla bellezza del sito)

  • Corpo attoriale e pratiche delle risonanze
  • (Le pratiche delle risonanze sono legate all’idea di attore capace di ascoltare le risonanze della memoria in modo da riproporre ogni volta che è in scena l’Umano come verità)
  • Creazione teatrale contemporanea
  • (Allestimento scenico a risultato delle ricerche drammaturgiche su un tema annuale e su un testo dei tragici greci)

Festival Scena/Segesta

(Verifiche sceniche anche nell’antico teatro dedicato alle esperienze del laboratorio e al confronto con altre realtà teatrali internazionali)

Azioni sceniche

2019- 2020

1 – Le azioni sceniche in comunità

Novembre 2019

Minima Eneide/lezioni itineranti di teatro in forma popolare con il contributo di giovani attori, studenti, registi, da realizzare nei bar, negozi, supermercati, scuole, ecc.. attraverso la presentazione in estemporanea dell’Eneide o dei personaggi della drammaturgia classica (Medea, Antigone, Edipo, Prometeo, Cassandra, ecc.).

Il programma è finalizzato alla sensibilizzazione della società locale e delle scuole verso le vocazioni del territorio per un ritorno al ruolo centrale della comunità nel teatro secondo la lezione degli antichi Greci.

Il programma, per la scelta dei siti, vuole anche contrastare lo svuotamento del valore della parola nella società del consumismo a tutti i costi.

Novembre-luglio, 2019-2020

Mediterraneo/Mare/Terra: seminari, letture e performance con la partecipazione di esperti di teatro, archeologi, artisti del Mediterraneo.

Per informazioni: Claudia Brunetto 347 9401521

Sito web: www.scenasegesta.com

Pagina Facebook: /scenasegesta

Presentazione progetto “Scena Segesta” Calatafimi Segesta

Pubblicato da Calatafimi Segesta News su Lunedì 7 ottobre 2019

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Calatafimi Segesta “compostaggio domestico per tutti”: approvato il nuovo regolamento sul compostaggio domestico

Read More →