Loading...
You are here:  Home  >  Costume e Società  >  Current Article

Arriva il bando per il bonus bebé. Ecco a chi spetta e come richiederlo

By   /  4 Gennaio 2015  /  No Comments

    Print       Email

PALERMO – Al via le procedure per l’assegnazione dei bonus da mille euro per la nascita di un figlio nelle famiglie siciliane meno abbienti. L’assessorato regionale per la Famiglia e le Politiche sociali ha pubblicato nella Gazzetta ufficiale i criteri e le modalità per accedere ai contributi attraverso i comuni di appartenenza. I fondi messi a disposizione dalla Regione ammontano a 474 mila euro e saranno erogati in base a una graduatoria semestrale basata principalmente sul reddito Isee, che deve essere inferiore ai tremila euro e non più a cinquemila euro come nel 2013, e sul numero di persone che compongono le famiglie. L’abbassamento della soglia reddituale riduce, ovviamente, il numero di famiglie che potranno accedere ai contributi, ma si è resa necessaria per via dei tagli che il bilancio regionale ha subito; tagli che continuano a scuotere le fondamenta economico-finanziarie dell’amministrazione guidata da Rosario Crocetta.

 

Il decreto firmato dall’assessore Bruno Caruso è rivolto principalmente alle amministrazioni comunali dell’Isola che dovranno raccogliere la documentazione delle famiglie e inviarle poi all’assessorato che approverà la graduatoria e invierà ai comuni i finanziamenti per il pagamento delle somme.
Si procederà all’erogazione in base alla divisione in semestri dell’anno 2014: una graduatoria per i nati dal 1 gennaio al 30 giugno 2014 e una graduatoria per i nati dal 1 luglio al 31 dicembre 2014. La ripartizione del capitolo di spesa del bilancio regionale che, come detto, ammonta a 474 mila euro sarà effettuata in parti uguali per ciascun semestre. Gli ammessi al beneficio saranno quindi 237 su base regionale (per mille euro a beneficiario) per ciascun semestre.
Potranno chiedere di ricevere il contributo, compilando gli appositi moduli messi a disposizione presso i propri comuni di appartenenza, quei genitori, naturali o adottivi, che abbiano la cittadinanza italiana o comunitaria (o, se extracomunitari, in possesso di regolare permesso di soggiorno) e che siano residenti nel territorio della regione. Il parto deve essere avvenuto in Sicilia.
Le graduatorie semestrali saranno stilate, attraverso l’inserimento dei dati da parte delle amministrazioni comunali nel database del dipartimento dell’assessorato, in base ad alcuni criteri: i nuclei familiari con minor reddito Isee e con maggior numero di componenti avranno la priorità; in caso di parità delle richieste, sarà considerato l’ordine cronologico delle nascite. La Regione provvederà poi a erogare le somme spettanti ad ogni comune che le verserà proporzionalmente alle famiglie che saranno riconosciute come aventi diritto. I tempi, purtroppo, non sono troppo brevi: i fondi del 2013 sono stati materialmente versati alle famiglie soltanto a metà del 2014.

Fonte -ls-

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

A Calatafimi Segesta l’iniziativa “Decora il tuo Albero”

Read More →