Loading...
You are here:  Home  >  Costume e Società  >  Current Article

Alcamo, confezioni da un chilo. Il prezzo del pane aumenta di 40 centesimi

By   /  10 Gennaio 2020  /  No Comments

    Print       Email

Accordo raggiunto per l’aumento del prezzo del pane di grano duro, che da alcuni giorni si paga 40 centesimi in più al chilo. Da due euro al chilo a 2 euro a 40 per le varie pezzature. Un aumento contenuto tengono a sottolineare i panificatori rispetto a quanto è successo in altri Comuni della provincia. Ad Alcamo il prezzo del pane era fermo da circa 20 anni e nel recente passato sono andati a vuoto alcuni tentativi per mettersi d’accordo sull’aumento.

Ora, nel corso di una serie di riunioni presso la Cna, è stato concordato l’aumento anche se c’è da sottolineare che la categoria spesso si è trovata in contrasto e non sono mancate le polemiche tra gli stessi operatori. Infatti nonostante il prezzo al chilo, fino a pochi giorni fa, fosse di due euro, numerosi panifici, lo hanno venduto e forse continueranno ancora a venderlo molto al di sotto dei due euro e 40. A giustificare l’aumento i costi delle materie prime e di tutto ciò che occorre per mandare avanti questo tipo di attività. Ad Alcamo sono 28 i forni dove si confeziona pane di buona qualità. Molto più apprezzato è quello confezionato a legna. Negli ultimi anni il pane viene confezionato anche con farine di vario tipo e in questo caso anche un quartino può costare un’ euro. Oltre alle farine tradizionali di grano tenero e grano duro, molto richiesto è il pane di tumminmia, integrale, Perciasacchi, il più pregiato grano antico siciliano, e senatore Cappelli. Per questi tipi di pane il prezzo rimane a tre euro al chilo. In pratica è aumentato di 40 centesimi il pane confezionato con grano duro. Di dieci centesimi, da 30 a 40, è aumentato il prezzo dei panini.

Fino agli inizi degli anni ’50 nei forni si confezionava solo il pane, che spesso veniva portato per essere infornato dalle abitazioni. Pane che si consumava poi in una settimana mantenendosi sempre buono. Oggi i panifici sono diventati veri e propri negozi dove si confezionano e vendono pizze, sfincioni, dolci di vario tipo anche con ricotta e molti, nel periodo natalizio e in quello pasquale producono panettoni e colombe. La mano d’opera,però, va sempre più invecchiando e sta diventando un problema, perché oggi i giovani non sono interessati a questo lavoro, che comporta di presentarsi già alle 5 del mattino al panificio per iniziare a fare il pane

Fonte Alpauno

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

  • Pubblicità




You might also like...

Bonus Sicilia: sono escluse dal contributo le persone fisiche titolari di partita iva aventi diritto alla percezione delle indennità previste dagli artt. 27, 38 e 44 del DL 17 marzo 2020 n.18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020 n.27.

Read More →