Loading...
You are here:  Home  >  Arte e Cultura  >  Current Article

Giampiero Amato vince la prima edizione del Festival della Canzone Popolare Siciliana “Alberto Favara”

By   /  17 Maggio 2019  /  No Comments

    Print       Email

Si è conclusa la prima edizione del Festival della Canzone Popolare Siciliana “Alberto Favara”, tenutosi al Teatro Garibaldi di Palermo.

 

L’evento organizzato dall’UNIPOP (Università Popolare di Palermo) in collaborazione con l’associazione “Siciliando”, l’associazione “Settimana delle Culture” e l’università telemetica eCampus. A vincere la prima edizione è stato il giovane cantautore Giampiero Amato con il suo brano inedito “Puisia d’Amuri”, il quale ha dovuto scontrarsi con ben 17 partecipanti che si sono dati battaglia a suon di musica.
Giampiero è un libro da sfogliare, non solo un semplice cantante ma cantautore, interprete, compositore e musicista polistrumentista,  ma anche artigiano costruttore di “friscaletti” siciliano, tamburi a cornice e “tammorre”. Il suo amore, la sua passione e infine la sua vocazione per il canto e per la musica nasce fin da bambino, all’età di circa 3 anni, successivamente evolutasi in un’assoluta ragione di vita con un attaccamento radicale alla propria terra e alle tradizioni della cultura Siciliana. Il sentimento amoroso e viscerale per la Sicilia lo ha portato a diventare ricercatore e rappresentante della sicilianità in tutte le sue forme trasportandola in eventi, concerti, cultura e intrattenimento.

 

Al suo attivo si contano diversi eventi e partecipazioni. Nel 2018 è stato infatti tra gli autori e i solisti del “primo” concerto nella storia di “Musica Popolare Siciliana” con “Orchestra Classica Sinfonica” in chiave tradizionale e strumenti tipici, all’interno della festival internazionale Palermo Classica.  Ma la svolta da vero e proprio cantautore è avvenuta in questo 2019 anno della pubblicazione del suo singolo “Puisìa d’amuri” con relativo videoclip. Il brano è stato presentato al pubblico in occasione del festival delle serenate tenutosi a Tusa in provincia di Messina, accompagnato dalla banda Musicale “Vincenzo Bellini”, dell’omonima città.

 

Sarà proprio “Puisia d’Amuri” a convincere le orecchie e il cuore dei giudici: Cinzia Romano artista e scrittrice), Simone Fiorenza (cantautore e musicista), il M° Nino Pepe, la direttirce d’orchestra M° Corinne Latteur e il presidente della giuria Alfonso Gagliardo (cantautore e cantastorie) ad eleggere Giampiero vincitore della prima edizione del Festival della Canzone Popolare Siciliana “Alberto Favara”. E questo è solo l’inizio, il 2019 è ancora lungo e potrebbe riservare altri importanti traguardi.

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

A Calatafimi Segesta il 1° raduno Mountain bike organizzato dalla ASD Calatafimi Segesta Bike

Read More →