Loading...
You are here:  Home  >  Tecnologia  >  Current Article

Liberalizzazione modem: ecco gli effetti sui costi delle tariffe internet

By   /  26 febbraio 2018  /  No Comments

    Print       Email

Dopo la consultazione pubblica avviata da AGCOM SosTariffe.it ha stimato i costi e i risparmi che gli utenti potrebbero ottenere con l’abolizione del modem obbligatorio con le tariffe ADSL o Fibra. L’analisi è stata condotta con lo strumento di confronto presente sul sito, e il risultato è un risparmio medio stimato del 50% rispetto alla spesa attuale. Lo studio fa anche luce sui costi attuali relativi al modem, presente all’interno del 57% delle tariffe internet presenti in Italia.

Allo stato attuale delle cose non sempre i clienti che vogliono sottoscrivere una nuova offerta internet (sia in Fibra che ADSL) possono scegliere liberamente se inserire o meno il modem da utilizzare a casa. La maggior parte delle offerte impone infatti l’acquisto del servizio in abbinamento ad un modem-router Wi-Fi e l’AGCOM ha fatto sentire forte la voce degli utenti (specie i più esperti) che considerano questa pratica come un “abuso contrattuale” non necessario.

Solitamente le tariffe internet vengono proposte in abbinamento con un modem gratis. Il dispositivo in questo caso è in regalo, per un valore commerciale dell’apparecchio che è mediamente di 87,25 euro. Quella del modem gratis è per fortuna la pratica più diffusa, tuttavia alcuni provider impongono l’acquisto obbligatorio del router compreso nel pacchetto, con un valore medio di 114 euro rateizzato in 12, 24 o 48 mesi incluso nelle bollette.

Acquistati in soluzione separata i modem sono molto più economici, con una spesa media stimata di 56,50 euro, con un risparmio quindi del 50,4% (57,50 euro). Secondo l’Osservatorio questo tipo di tariffe comprende il 35% delle offerte diffuse in Italia per la fornitura di internet. Il 9%, infine, prevede l’acquisto del modem come soluzione opzionale con una spesa media di 147,60 euro. Se si sceglie di comprarlo a parte il risparmio è del 56,3%, con una spesa di soli 64,50 euro.

Secondo il principio della net neutrality la scelta del modem dovrebbe essere un diritto dell’utente finale che sottoscrive un abbonamento ad internet: “Gli utenti finali dovrebbero avere il diritto di accedere a informazioni e contenuti e di diffonderli senza discriminazioni, tramite il loro servizio di accesso a internet. I fornitori di tali servizi dovrebbero trattare tutto il traffico allo stesso modo, senza restrizioni o interferenze”, si legge nel punto 5 del regolamento UE.

E lo stesso punto impone anche il divieto di imporre restrizioni sulle periferiche usate per l’accesso ad internet: “I fornitori di servizi di accesso a Internet non dovrebbero imporre restrizioni all’utilizzo di apparecchiature terminali che collegano alla rete”, sono le parole esatte utilizzate nella documentazione.

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Nessuna “bufera” nessuno “scempio edilizio” sull’Archeodromo di Segesta. La rettifica del Giornale di Sicilia

Read More →