Loading...
You are here:  Home  >  Politica  >  Current Article

L’Ars vira a destra, esordio per la Lega: ecco i partiti promossi e bocciati

By   /  6 novembre 2017  /  No Comments

    Print       Email

PALERMO. Vira a destra l’Assemblea regionale siciliana, grazie all’exploit dei partiti minori che superano la soglia del 5% all’interno della coalizione che, oltre a eleggere Nello Musumeci, conquista gran parte degli scranni a sala d’Ercole anche se, conti alla mano, probabilmente non avrà la maggioranza.

E dovrà contare sull’aiuto dei “volenterosi” e – probabilmente – sul sostegno del gruppo di “Sicilia Futura” dell’ex ministro Totò Cardinale, inizialmente nato per sostenere Fabrizio Micari.

Il primo gruppo parlamentare sarà comunque quello del M5s, che dovrebbe superare oltre venti deputati mentre la coalizione vincente va oltre la quota di trenta, con Fi a fare la voce grossa e a seguire insieme ex cuffariani e autonomisti, che hanno superato lo sbarramento del 5%.

Entrano all’Ars anche l’Udc di Cesa, che supera il 7%, e DiventeràBellissima, il movimento che fa capo a Nello Musumeci. Se come sembra supererà pure se di poco sopra il 5% quando lo scrutinio è ancora in corso, potrebbe fare il suo esordio nel Parlamento siciliano anche la Lega che si è presentata assieme a Fratelli d’Italia.

A sorpresa rimane fuori Ap, che esce di scena. Il partito di Alfano non ce l’ha fatta a superare la soglia, restando inchiodato al 4%, un punto in meno rispetto alla quota di sbarramento. Con gli alfaniani danno addio all’Ars pure i “centristi di Casini” che cinque anni fa, con Gianpiero D’Alia, furono gli artefici della candidatura e dell’elezione di Rosario Crocetta, poi abbandonato nella fase finale della legislatura.

Il flop della lista costa l’elezione a Giovanni Ardizzone, presidente uscente dell’Assemblea e capolista a Messina, dove peggio di Ap ha solo fatto la lista degli indipendentisti. E non ce la fa neppure “Arcipelago”, la lista che fa diretto riferimento a Fabrizio Micari, candidato del centrosinistra, e a Leoluca Orlando, suo big sponsor.

Magro il risultato per “Arcipelago”, poco sopra il 2%, in alcune province addirittura sotto l’1%, inferiore persino a quello degli indipendentisti dei ‘Siciliani liberi’. Micari è stato “tradito” pure dal voto disgiunto, ottenendo ben sette punti in meno della sua coalizione; e sette punti sono quelli che Giancarlo Cancelleri ha avuto in più rispetto alla lista del M5s.

Gli appelli al “voto utile” lanciati in campagna elettorale dunque hanno danneggiato Micari e premiato Cancelleri, che ha beneficiato di consensi provenienti da un pezzo di elettorato di centrosinistra. Al fotofinish ce la fa anche la sinistra. La lista Cento passi di Claudio Fava ha raggiunto il quorum, anche se di poco. per la sinistra si tratta di un ritorno in Parlamento dopo dieci anni di assenza, due legislature vissute fuori dal Palazzo.

Si riduce il numero dei deputati per il Pd mentre rientra in Parlamento Sicilia futura, il movimento dell’ex ministro Totò Cardinale, che ha ottenuto un buon successo elettorale e che potrebbe offrire un “puntello” a Musumeci se non riuscisse ad avere una maggioranza all’Assemblea regionale Siciliana.

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Ecco gli eletti in provincia di Trapani, a rappresentare il territorio saranno in 6

Read More →