Loading...
You are here:  Home  >  Ambiente  >  Current Article

La California dice basta agli allevamenti in gabbia: è l’inizio della rivoluzione?

By   /  17 novembre 2018  /  No Comments

    Print       Email

Arriva a sorpresa dalla California quello che potrebbe essere a tutti gli effetti l’inizio di una rivoluzione: i californiani hanno detto basta agli allevamenti intensivi. Suini, bovini e volatili non potranno più essere segregati in spazi angusti, in cui prolificano batteri e malattie. Non solo, neanche i prodotti provenienti dagli allevamenti in gabbie degli altri stati non potranno essere venduti sul territorio. Un voto importante, inaspettato e coraggioso. 

Tutto è iniziato con una raccolta firme sulla cosiddetta Proposition12 – la legge che avrebbe vietato il confinamento degli animali da allevamento nelle gabbie –, portata avanti da attivisti e animalisti. L’adesione di oltre 660 mila cittadini californiani ha fatto sì che la proposta potesse essere sottoposta al voto popolare e diventare legge a tutti gli effetti. 

Contrariamente a quanto specificato nei precedenti provvedimenti a favore degli animali – che non hanno avuto l’effetto sperato, visti gli escamotage trovati di volta in volta dagli allevatori –, la Proposition12 specifica esattamente le misure degli spazi che gli animali devono avere a disposizione, i tipi di configurazione dell’allevamento accettati e, nel caso dei volatili, la necessità di pollai da cui gli animali possono uscire e rientrare a piacimento. 

La Prop12 libererà dalle gabbie milioni di galline ovaiole, scrofe e vitelli appena nati destinati al macello”, recita il sito della campagna. 

La decisione degli elettori californiani è stata tanto etica quanto coraggiosa: secondo le previsioni ci sarà un sostanziale aumento dei prezzi e un conseguente calo nel consumo di proteine animali. Ma, a quanto pare, il benessere animale è stato considerato più urgente di tutto il resto.

In Europa anche non mancano campagne simili alla Prop12 che, speriamo, porteranno allo stesso risultato. End The Cage Age, ad esempio, è la battaglia dei cittadini europei contro gli allevamenti intensivi in gabbie, che è possibile firmare sul sito.

A quanto pare, ci si sta rendendo conto che non basta cambiare personalmente il proprio stile alimentare: se la scelta è fatta in nome del benessere degli animali, è opportuno modificare gli elementi alla base della catena industriale, i soli ad essere immorali. 

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Piano rifiuti: Ecco la lista dei nuovi impianti. Fra questi l’impianto a Calatafimi finanziato sotto l’amministrazione Ferrara

Read More →