Loading...
You are here:  Home  >  Ambiente  >  Current Article

Impianto rifiuti Gallitello: verrà discussa oggi alle 16:00 la mozione per annullare in autotutela le procedure di autorizzazione dell’impianto

By   /  23 gennaio 2018  /  No Comments

    Print       Email

Il caos rifiuti entra a Sala d’Ercole. Oggi allora ore 16:00 l’Assemblea regionale siciliana si riunirà per la discussione unificata delle numerose mozioni presentate dai gruppi parlamentari e dai singoli parlamentari sul tema rifiuti e impianti.

Tra le mozioni anche quella presentata dalla deputata Valentina Palmeri e dal deputato Giampiero Trizzino, e quindi dal Movimento 5 Stelle, sull’impianto che la ditta Solgesta vorrebbe realizzare a Calatafimi Segesta in contrada Gallitello.

Nello specifico la mozione punta ad annullare in autotutela le procedure di autorizzazione dell’impianto di produzione di biometano per permettere maggiori e più dettagliati accertamenti sull’impatto ambientale dell’impianto che secondo il tecnico di Lega Ambiente, Dott. Cottone, oltre a peccare di autorizzazioni sarebbe obsoleto. 

Ricordiamo che ad oggi non sembra essere stata fatta alcuna modifica al progetto originale che prevede il trattamento di 130.000ton/annue di rifiuti di cui 70.000ton di RSU e 60.000ton di organico. Unica novità  “una lettera” inviata al sindaco di Calatafimi Segesta dove la ditta si dichiara propensa a modificare il progetto per non trattare RSU ma trattare solo organico.

Naturalmente questo ha sollevato ancora forti dubbi portando comitati, singoli cittadini, agricoltori ed ambientalisti a chiedersi che tipo di modifica si vuole apportare e come si possa dormire sereni nell’autorizzare un impianto che potrebbe, in caso di cambio strategia rifiuti sicilia e in clima di emergenza rifiuti sicilia, bruciare tonnellate di RSU con possibili conseguenze sulla salute pubblica e sull’ambiente. 

Ricordiamo che sono state raccolte più di 5300 firme per dire no ad un gassificatore/inceneritore a Calatafimi Segesta, petizione che è ancora possibile firmarehttps://www.change.org/p/no-all-inceneritore-gassificatore-a-calatafimi-segesta

 

Di seguito la diretta streaming dell’Assemblea di oggi a cura di Sicilia Uno:


Broadcast live streaming video on Ustream
“Abbiamo visto, cosa è accaduto a Calatafimi Segesta – spiega la deputata M5S – con il progetto per la costruzione di un impianto che avrebbe dovuto in apparenza produrre biometano ma che nei fatti celerebbe anche il trattamento dei rifiuti solidi urbani oltre a quelli organici e un gassificatore. Se Musumeci, al pari di Crocetta, continua a fare orecchie da mercante, a pagare delle disastrose conseguenze in termini economici e ambientali, saranno ancora una volta i cittadini. Per questa ragione – sottolinea Valentina Palmeri – ho presentato al governo altre due mozioni e due ordini del giorno. Vanno immediatamente realizzati gli impianti già autorizzati e pianificati invece di proporre progetti che non rientrano nelle pianificazioni regionali e neanche della SRR TP Nord.

Uno dei progetti della SRR Trapani Nord infatti, prevedeva proprio nel comune di Calatafimi Segesta un impianto per la produzione di compost di qualità da realizzarsi in un terreno confiscato alla mafia ed assegnato allo stesso comune. Con una mozione abbiamo impegnato il Governo regionale a realizzare nel più breve tempo possibile gli impianti già autorizzati: oltre a questo di Calatafimi Segesta anche quello relativo all’ampliamento discarica di c.da Borranea a Trapani di rifiuti non pericolosi con impianto di TMB e quello di selezione e valorizzazione del secco da raccolta differenziata (carta, cartone, plastica, vetro, metalli) da realizzarsi nel Comune di Buseto Palizzolo.”

“L’Ars si esprima senza ambiguità contro le obsolete tecnologie di incenerimento. Sarebbe paradossale pensare di risolvere la crisi rifiuti in Sicilia con metodi in dismissione in tutta Europa”, afferma il deputato di CentoPassi Claudio Fava, che prosegue ” per la realizzazione e messa a regime di questi impianti servirebbero 5 anni, neppure l’emergenza in atto giustificherebbe questa falsa soluzione”. Fava – che annuncia il proprio voto favorevole alla mozione del M5s – ha anche depositato, come firmatario e cofirmatario, alcune mozioni sui gravi rischi ambientali a Scicli, Francofonte, Agira e nella Valle del Mela.

A pagina 37 del seguente allegato pdf trovare la mozione completa.

Allegato Ordine del Giorno Ars 23 gennaio 2018

 

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Calatafimi, al via la festa della madonna del Giubino

Read More →