Loading...
You are here:  Home  >  Notizie nazionali  >  Current Article

FlixBus sbarca in Sicilia, tutte le città dei bus low cost. Esclusa la provincia di Trapani

By   /  17 novembre 2018  /  No Comments

    Print       Email

Diciassette nuovi puntini verdi si aggiungono alla mappa di FlixBus e sono tutti in Sicilia. Grande esclusa la provincia di Trapani che viene ancora bersagliata sul fronte turismo dopo quanto accaduto con l’apertura delle buste gara inerenti all’aeroporto di Birgi.

FlixBus, il giovane operatore della mobilità, che negli ultimi anni ha creato la rete di autobus intercity più estesa d’Europa, arriva sull’Isola. «I passeggeri siciliani – comunicano da FlixBus in attesa della conferenza in cui verranno spiegati tutti i particolari – avranno accesso a un network di oltre duemila città in 28 Paesi europei e il territorio stesso potrà beneficiare di nuovi arrivi con ricadute positive per il turismo locale». Una rivoluzione dei collegamenti per la Sicilia.

Viaggi diretti o con cambi che metteranno in collegamento a prezzi competitivi 17 città siciliane con quelle già presenti nella fitta rete di Flixbus. Tra le tratte più frequenti si potrà andare da Catania a Roma con meno di 28 euro e ne basteranno circa 58 euro per raggiungere Milano partendo da Palermo. Non solo percorsi già tracciati, ma anche connessioni meno usuali, per esempio da Modica a Brescia con poco più 50 euro e da Termini Imerese a Perugia con circa 35 euro. E non solo in Italia: Lentini-Marsiglia (a 69 euro), Caltanissetta-Zagabria (73 euro) o ancora Enna-Munich (62 euro).

Agrigento, Caltanissetta, Canicattì, Catania, Cefalù, Comiso, Enna, Lentini, Messina, Milazzo, Modica, Palermo, Patti, Ragusa, Santo Stefano di Camastra, Taormina e Termini Imerese. Sono queste le città siciliane da cui è già possibile prenotare sul sito online i biglietti per viaggi in autobus acquistabili a partire da lunedì 3 dicembre. «Ci stiamo espandendo in tutto il territorio sia italiano che europeo – dicono da FlixBus – sempre nell’ottica di dare possibilità di viaggiare a persone che vivono in territori scollegati dalle reti tradizionali per gap infrastrutturali o per qualsiasi altro motivo. Il nostro obiettivo ovunque è quello di creare mobilità dove non ce n’è e di migliorarla e aumentarla dov’è ancora troppo poca». E, in Sicilia, da questo punto di vista c’è molto lavoro ancora da fare. Una innovazione degli spostamenti con offerte adatte a tutte le tasche.

«Viaggi in autobus a partire da 5 euro», è lo slogan della start-up tedesca – fondata da tre giovani imprenditori a Monaco di Baviera – che oggi conta già oltre 100 milioni di passeggeri (di cui 40 milioni solo nel 2017). «Da poco – aggiungono da FlixBus – in ottica di espansione globale abbiamo aggiunto anche delle tappe negli Stati Uniti». Dall’app gratuita è possibile non solo prenotare i viaggi usufruendo sempre di promozioni e buoni sconto, ma anche localizzare FlixBus, cioè conoscere in tempo reale la posizione dell’autobus per controllare «quanto manca per arrivare a destinazione o, semplicemente, se si ha tempo per un caffè prima della partenza».

Una rete capillare di collegamenti tra la Sicilia e le principali città d’Italia

Da oggi le province di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa e Siracusa saranno collegate via FlixBus coi centri italiani di maggiore interesse economico e culturale, e, con un solo cambio, con alcune delle più importanti e affascinanti città d’Europa.
A beneficiare dell’arrivo dell’operatore nella regione saranno anche i piccoli e medi centri, come Cefalù, Canicattì, Comiso, Lentini, Milazzo, Modica, Patti, Santo Stefano di Camastra, Termini Imerese e Taormina, che trarranno vantaggio da collegamenti diretti con Calabria, Campania e Abruzzo.

Per quanto riguarda i capoluoghi, Catania sarà collegata con oltre 20 città nazionali come Roma (raggiungibile sino a due volte al giorno) Firenze, Siena, Pisa, Perugia e Genova; Agrigentoavrà connessioni dirette con Roma, Siena, Pisa, Perugia e Genova; Enna oltre  collegamenti diretti verso il centro Italia (come ad esempio, Roma, Perugia, Siena, Firenze, Empoli e Pisa) sarà connessa anche verso il nord ovest, con connessioni dirette per La Spezia e Genova; e infine Palermo con collegamenti verso Cosenza, Napoli, Pescara, Ancona, Urbino, Genova, ma anche verso Milano, Torino e Venezia.

Tutti i biglietti per viaggiare da e verso la Sicilia sono già acquistabili sul sito www.flixbus.it, tramite App e nelle agenzie del territorio affiliate, con corse a partire dal 3 dicembre.

«Per noi di FlixBus il viaggio rappresenta un importante strumento di arricchimento culturale. Per questo, fin dal nostro arrivo in Italia abbiamo dialogato con gli enti territoriali, le università e le comunità locali per individuare le migliori soluzioni alle esigenze del territorio, nonché promuovere iniziative di valorizzazione del patrimonio culturale italiano, grazie al nostro network sempre più capillare e ai milioni di passeggeri che scelgono di viaggiare con noi» ha concluso Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia.

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Calatafimi, stabilizzazione per dieci precari storici

Read More →