Loading...
You are here:  Home  >  Notizie nazionali  >  Current Article

Fazio Allmayer: l’ex provincia conferma il trasferimento a Calatafimi. Per i pullman costi superiori all’affitto

By   /  16 novembre 2017  /  No Comments

    Print       Email

Punto e a capo. Il commissario del Libero Consorzio di Trapani (ex provincia regionale), Raimondo Cerami, non intende cedere di un sol centimetro. O si trovano nuovi locali, a carico magari del comune o con canoni di affitto molto più bassi, o le classi del liceo linguistico “Fazio Allmayer” di Alcamo finiranno in contrada Sasi a Calatafimi.

Questo il risultato dell’ultima seduta del “tavolo tecnico” appositamente istituito su questa razionalizzazione della spesa con il Libero Consorzio che ha ribadito la decisione di disdire, a partire dall’anno scolastico 2018/2019, il contratto di locazione con la famiglia Corso, proprietaria  dell’immobile di Viale Europa.

Un risparmio di 206.000 euro per l’ente pubblico che ricadrà sulle tasche e sull’organizzazione delle famiglie di circa 700 alunni di Alcamo, Balestrate, Camporeale e Castellammare del Golfo. Cerami e il suo staff, probabilmente, non hanno fatto bene i conti sul denaro pubblico.

Innanzitutto necessitano somme per adeguare i locali di contrada Sasi ad ospitare le centinaia di alunni del “Fazio Allmayer”. Poi, sempre con fondi pubblici a carico della Regione, bisognerà sostenere il servizio di trasporto con almeno 13 pullman. Sarà anche difficilissimo trovare un’azienda in grado di mettere a disposizione, ogni mattina, tutti questi mezzi.

Fermo, seppur poco condivisibile, il parere del Libero Consorzio di Trapani e fermi anche quelli degli altri partecipanti al “tavolo tecnico”. In particolare il sindaco di Alcamo, Domenico Surdi, e il dirigente del liceo alcamese, Vito Emilio Piccichè,  non intendono assolutamente accettare e subire il trasferimento del “Fazio Allmayer” a Calatafimi.

Fino ad oggi, però, non sono state individuate valide alternative per la risoluzione del problema, e su questo nessuno può eccepire. Neanche il comune di Alcamo è stato in grado di reperire i locali necessari. L’ex provincia, quindi, ribatte che non può più sostenere i costi dell’affitto a seguito del drastico venir meno delle necessarie risorse finanziarie.

Ma qualcuno, in clima pre-elettorale, non aveva sventolato l’approvazione di un emendamento all’ARS che avrebbe risolto il problema? L’on. Mimmo Turano, infatti, aveva reso noto che un suo emendamento nell’ambito del disegno di legge sull’assestamento del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2017, era stato approvato dall’ARS.

Il provvedimento stabiliva un vincolo importante per le somme assegnate alle ex province. E così il finanziamento di due milioni e 400.000 euro al Libero Consorzio di Trapani sarebbe stato elargito qualora fosse assicurato il  “mantenimento, al fine di garantire il diritto allo studio, degli istituti scolastici nei territori ove attualmente sono allocati”. Che fine ha fatto questo emendamento? Raimondo Cerami non ne è informato o si trattava soltanto di “aria fritta”? Fra l’altro il commissario del Libero Consorzio è andato anche oltre, probabilmente, ai suoi stessi poteri chiedendo al Provveditore agli Studi un piano di dimensionamento delle scuole alcamesi, elementari e medie. Chiesta anche una più efficace razionalizzazione degli istituti superiori ricadenti fra Alcamo, Calatafimi e Castellammare del Golfo.

Fonte http://www.ideazionenews.it/

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Nomi in giunta e caso Monterosso Il governo Musumeci passa dall’Ars

Read More →