Loading...
You are here:  Home  >  Internazionali  >  Current Article

Corea del Nord, Nbc: “Usa pronti a raid”. Pyongyang: “Pronti alla guerra se vogliono”. Cina: “Atmosfera pericolosa”

By   /  14 aprile 2017  /  No Comments

    Print       Email

La Corea del Nord? “Non è vero che cerca guai” ma è “pronta ad andare in guerra se gli Stati Uniti lo vorranno”. Non c’è due senza tre. Ma la terza puntata dello scontro tra WhashingtonPyongyang arriva subito dopo che la Nbc racconta di come gli scontri verbali stiano per lasciare il posto a quelli militari. Secondo fonti dell’intelligence americana, infatti, non appena Donald Trump sarà certo che Kim Jong-un stia veramente preparando test nucleari, gli Stati Uniti lanceranno un raid preventivo con armi convenzionali contro la Corea del Nord. Il retroscena di Nbc non ha raccolto i commenti – neanche di smentita – del Pentagono mentre le stesse fonti riferiscono che gli Usa hanno già posizionato due cacciatorpediniere con missili Tomahawk non lontano dalla Nord Corea. Insomma i presupposti per un attacco lampo ci sono tutti. E sarà anche per questo che adesso per la prima volta sulla questione interviene anche la Cina.

Secondo il ministro degli Esteri cinese Wang Yi, gli Stati Uniti e la Corea del Sud da una parte e Corea del Nord dall’altra stanno creando “un’atmosfera potenzialmente pericolosa“. “Ci opponiamo risolutamente ad ogni dichiarazione o azione che alzi le tensioni, esortiamo ad una pausa nelle provocazioni e le minacce prima che la situazione sia così grave da non poter essere reversibile“, ha detto Wang in una conferenza stampa a Pechino, sottolineando poi che in un’eventuale guerra tra Corea del Nord e Stati uniti “non ci possono essere vincitori“. Parole arrivate praticamente in contemporanea a quelle del Cremlino, che si dice”molto preoccupato” per le crescenti tensioni nella penisola coreana e invita tutti i paesi ad astenersi da qualsiasi atto provocatorio. “È con grande preoccupazione che stiamo guardando l’escalation delle tensioni nella penisola coreana: invitiamo tutti i paesi a dar prova di moderazione e ammoniamo contro qualsiasi azione che potrebbe portare a misure provocatorie”, dice il portavoce Dmitri Peskov.

(150726) -- PYONGYANG, July 26, 2015 (Xinhua) -- Photo provided by Korean Central News Agency (KCNA) on July 26, 2015 shows top leader of the Democratic People's Republic of Korea (DPRK) Kim Jong Un making a congratulatory speech at the 4th National Conference of War Veterans on July 25. Kim Jong Un paid tribute to the martyrs of the Korean People's Army and Chinese People's Volunteer Army (CPVA) for their sacrifice in the liberation war of the DPRK. The conference, held in Pyongyang, took place two days ahead of the 62nd anniversary of the signing of the Korean Armistice Agreement, which ended the three-year-long Korean War in the 1950s. The previous veterans conferences were held in 1993, 2012 and 2013. (Xinhua/KCNA) ****Authorized by ytfs****

(150726) — PYONGYANG, July 26, 2015 (Xinhua) — Photo provided by Korean Central News Agency (KCNA) on July 26, 2015 shows top leader of the Democratic People’s Republic of Korea (DPRK) Kim Jong Un making a congratulatory speech at the 4th National Conference of War Veterans on July 25. Kim Jong Un paid tribute to the martyrs of the Korean People’s Army and Chinese People’s Volunteer Army (CPVA) for their sacrifice in the liberation war of the DPRK. The conference, held in Pyongyang, took place two days ahead of the 62nd anniversary of the signing of the Korean Armistice Agreement, which ended the three-year-long Korean War in the 1950s. The previous veterans conferences were held in 1993, 2012 and 2013. (Xinhua/KCNA)
****Authorized by ytfs****

Nelle stesse ore l’agenzia ufficiale nordcoreana Kcna comunica cheKim Jong Un ha ispezionato reparti delle forze speciali dell’esercito, la marina e l’aviazione. Le ispezioni, si legge nei take rilanciati anche dall’agenzia di stampa cinese Xinhua, sono avvenute recentemente, mentre ad accendere ancora una volta la miccia della polemica in direzione di Washington è stato il viceministro degli Esteri nordcoreano Han Ryol con un’intervista all’Associated Press. Dopo aver puntato il dito contro le “manovre militari spericolate” degli Usa, Han ha infatti avvertito che Pyongyang “ha un potente deterrente nucleare“e che il “prossimo test nucleare sarà condotto quando il quartier generale supremo nordcoreano lo riterrà più opportuno”. “Di fronte a un attacco preventivo americano – ha detto il politico nordcoreano – Pyongyang non terrà le braccia incrociate: andremo in guerra se” gli Stati Uniti “lo sceglieranno”.

Poi Han ha attaccato direttamente Trump, reo di aver “creato un circolo vizioso” di tensioni nella penisola coreana,  e di essere”più aggressivo” di Barack Obama. “Abbiamo fatto un confronto con le precedenti amministrazioni americane e la conclusione è che questa è più violenta e aggressiva” verso la Corea del Nord, ha specificato prima di accusare il presidente americano di provocare “in continuazione con le sue frasi aggressive. Non è la Repubblica popolare democratica di Corea ma gli Usa e Trump che creano guai”.

Una chiara replica che si riferisce all’ultimo scambio di minacce tra WashingtonPyongyang. Solo tre giorni fa, infatti, i rapporti tra Usa e Nord Corea si erano infiammati. Il motivo?
La portaerei Carl Vinson, due cacciatorpedinieri e un incrociatore a missili teleguidati avevano cancellato un viaggio inAustralia per dirigersi da Singapore verso le acque davanti alla penisola coreana. Una “marcia” che aveva innervosito Pyongyang. E infatti un portavoce del ministero degli Esteri aveva lanciato un avvertimento in direzione Washington. “Se gli Stati Uniti osano optare per un intervento militare, come un attacco preventivo e la rimozione del quartier generale, la Corea del Nord è pronta a reagire a ogni tipo di guerra desiderato dagli Usa”, aveva detto. Dalla Casa Bianca, Trump gli aveva risposto con un semplice tweet: “La Corea del Nord cerca guai. Se la Cina decide di aiutare sarebbe magnifico. Altrimenti, risolveremo il problema senza di loro”.

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Video completo dell’incontro dibattito presso il Centro Didattico Naturalistico di Angimbé

Read More →