Loading...
You are here:  Home  >  Politica  >  Current Article

‘Cani randagi ovunque e strade da terzo mondo’, il Ministro Centinaio ‘boccia’ la Sicilia turistica

By   /  5 dicembre 2018  /  No Comments

    Print       Email

“Sono stato in una località turistica in Sicilia dove c’erano più cani randagi che cristiani, e dove l’immondizia veniva raccolta, in pieno Ferragosto, una volta a settimana. Ecco non porterei nemmeno un operatore turistico in quella località”. E’ la visione della Sicilia del Ministro per le Politiche agricole, Gian Marco Centinaio, espressa a Palermo, parlando di turismo e delle difficoltà del settore che da luglio rientra nelle sue competenze parlando al convegno “Infrastrutture e turismo per la crescita della Sicilia” nella sede di Sicindustria, a Palermo.

Una stroncatura senza appello quella espressa dal Ministro “Ovunque sono andato… è una roba… ovunque mi dicevano ci sono cani randagi… ci sono cani randagi. Io questa estate sono andato da Licata fino a Favignana”.

Ma le critiche alla gestione della cosa pubblica siciliana non riguardano solo i territori agrigentini. Per il titolare del ministero che dovrebbe occuparsi della promozione turistica c’è, poi, un problema serio di viabilità “La Sicilia l’ho girata tutta, o quasi. Ci sono strade da terzo mondo, questo lo dico al governo”.

Osservazioni analoghe a quelle che fanno spesso anche i siciliani ma che non mancheranno di suscitare reazioni visto che per sua natura il siciliano può criticare la sua terra ma non lo consente ad altri.

Poi il Ministro è entrato nei temi riguardanti l’agenda di governo “Riteniamo che in questo momento si possa e si debba ragionare con l’Europa. Se salita dev’essere, l’importante è poi arrivare a un risultato. Pantani faceva delle grandissime salite ma poi vinceva le gare”. Sulla richiesta della Commissione europea di ridurre il deficit, il ministro ha detto: “Questo lo dobbiamo chiedere al ministro Tria: ma penso che Conte, Salvini, Tria e Di Maio faranno il punto della situazione”.

Dal leader degli industriali è poi arrivata una apertura di credito nei confronti di Centinaio forse anche per stemperare possibili tensioni in fase nascente “Le riconosco competenza e capacità di dialogo e ascolto, rispetto a qualche suo collega di governo che quando lo abbiamo chiamato invece ci ha chiesto di mandare una mail” ha detto il leader di Confindustria, Vincenzo Boccia al ministro seduto accanto a lui nel banco dei relatori.

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Piano rifiuti: Ecco la lista dei nuovi impianti. Fra questi l’impianto a Calatafimi finanziato sotto l’amministrazione Ferrara

Read More →