Loading...
You are here:  Home  >  Notizie nazionali  >  Current Article

Birgi, sfumati tutti i due milioni e mezzo di euro per salvare l’aeroporto

By   /  13 marzo 2018  /  No Comments

    Print       Email

Abbiamo perso due milioni e mezzo di euro che la Regione Siciliana aveva stanziato cinque anni fa per l’aeroporto di Trapani Birgi e che l’ex provincia di Trapani non è riuscita a utilizzare. La notizia è venuta fuori ieri nell’ennesimo incontro alla Camera di Commercio tra Sindaci e vertici dell’Airgest per fare il punto su come salvare l’aeroporto. Fino alla settimana scorsa si sperava che almeno un milione fosse utilizzabile. E invece ieri la doccia fredda: la somma è tornata tutta indietro, e non può essere stanziata nuovamente.

Il fondo doveva servire per il ristoro dei danni causati dalla guerra in Libia nel 2011, ma non ha mai avuto una destinazione chiara, rispetto al rilancio dei flussi turistici e non è mai uscito dalle casse dell’ex Provincia. In pratica nessuno, dalla Regione, ha mai spiegato agli uffici dell’ex Provincia come spendere quei soldi. E poi la Regione stessa li ha chiesti indietro. 

Per il resto, continuano le trattative per salvare la programmazione estiva e chiedere a Ryanair di aumentare i voli e le destinazioni, in attesa del bando, che dovrebbe essere pubblicato a breve. Così come continuano le trattative con altre compagnie aeree, sempre nell’ottica di potenziare i voli per l’estate, dato che alcuni operatori turistici lamentano il calo delle prenotazioni anche dell’80%.

Ieri anche una delegazione del partito dei Cinque Stelle ha incontrato i vertici dell’Airgest, per proprorre una serie di soluzioni per uscire dalla crisi. 

Ecco qui invece il comunicato dei Sindaci dopo la riunione di ieri:

I sindaci firmatari delle convenzioni riuniti presso la Camera di Commercio di Trapani – alla presenza del presidente Giuseppe Pace e di quello dell’Airgest Paolo Angius – hanno oggi appreso la non disponibilità delle risorse del Libero Consorzio, somme che sembravano almeno parzialmente utilizzabili.
Preso atto di ciò, confermano ancora una volta la volontà di intervenire con proprie risorse in collaborazione con la Camera di Commercio, al fine di giungere ad una soluzione immediata che possa quanto meno avviare un’azione di co-marketing volta a salvare l’imminente stagione estiva.

Per il resto, rassegnano al presidente della Regione ogni altra iniziativa che – al momento – sembra confusa ed impercorribile.

I sindaci, infine, ribadiscono la richiesta di un urgente incontro con il Governatore della Sicilia.

 

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Nessuna “bufera” nessuno “scempio edilizio” sull’Archeodromo di Segesta. La rettifica del Giornale di Sicilia

Read More →