Loading...
You are here:  Home  >  Notizie nazionali  >  Current Article

Birgi. E’ il giorno del bando per i voli. Angius: “Territorio più appetibile”

By   /  31 agosto 2018  /  No Comments

    Print       Email

Finalmente oggi viene pubblicato il bando per i voli all’aeroporto di Trapani Birgi.
Si tratta del bando per il progetto di promozione e sviluppo del turismo in provincia di Trapani, ma altro non è che la procedura per trovare un vettore che riesca a garantire un certo traffico di passeggeri sull’aeroporto Vincenzo Florio.


Un bando che ha avuto una procedura molto travagliata
, e che arriva alla fine di un’estate buia, in termini di passeggeri e visitatori, per la provincia di Trapani.
Le strutture ricettive hanno risentito, e parecchio, del drastico taglio dei voli avvenuto su Birgi.
Il primo bando, anche qui dopo mesi di incertezza, era stato aggiudicato da Ryanair, ma un ricorso al Tar da parte di Alitalia, accolto dal tribunale amministrativo, ha annullato il bando e di conseguenza l’aggiudicazione. Sono stati mesi molto travagliati con nessuna programmazione estiva dei voli. Anche perchè c’erano incertezze sui capitali da investire. La Regione Siciliana, che è praticamente socio unico, al 99%, dell’Airgest, la società che gestisce il Vincenzo Florio, ha preso tempo per immettere capitali e per fornire strumenti economici per lavorare al bando. Infatti è arrivato ad estate inoltrata l’ok ai 17 milioni per il Co-Marketing, ed infine, è stato trovato l’accordo tra il ministero dei Trasporti e la Regione sul tema della continuità territoriale per gli aeroporti di Trapani e Comiso. Il finanziamento infatti rientra in una ottica di sviluppo turistico in quei territori serviti da piccoli aeroporti, come appunto Trapani e Comiso.

Il bando che viene pubblicato oggi, e presentato a Marsala in una conferenza stampa al complesso San Pietro, dovrebbe riuscire a intercettare dei vettori per effettuare voli su Trapani.
Lo schema sarebbe quello della promozione turistica, dietro la quale c’è ovviamente l’offerta di voli.

Questo bando è diverso rispetto ai precedenti. E’ suddiviso in lotti, infatti. Ci sono 25 lotti che rappresentano destinazioni e aree di interesse, mentre in passato i lotti erano solo 3. C’è un budget per ogni lotto, e l’importo complessivo è appunto di 17 milioni di euro, per un co-marketing della durata di tre anni.
Soddisfatto il presidente di Airgest, Paolo Angius. “Il bando è stato redatto secondo i criteri di massima trasparenza. Rappresenta un’offerta molto parcellizzata, è stato fatto un lavoro in maniera scientifica per permettere a tutti di partecipare e inseguire tutte le nicchie di mercato”, ha commentato Angius a Tp24.it. “E’ un bando molto ampio che supera tutte le doglianze passate. Abbiamo voluto rendere più appetibile questo territorio. Sono previste destinazioni sia nazionali che internazionali, con una ricerca scientifica delle rotte più interessanti. Abbiamo fatto in modo che tutte le compagnie fossero interessate a partecipare. Dopo tanto tempo ce l’abbiamo fatta” ha concluso Angius.

Oggi quindi la pubblicazione, la speranza è che si riescano a trovare presto i vettori, e si riesca a programmare per bene l’offerta di voli per i prossimi mesi.
L’Airgest nel frattempo aspetta il nuovo direttore generale.
Dopo il pasticcio che è successo con Massimo Di Perna, i titoli non conformi e la revoca, la società che gestisce lo scalo nei prossimi giorni emanerà nuovamente il bando per il direttore generale. Perchè un aeroporto che punta a tornare a pieno regime punto di riferimento in Sicilia non può stare senza un direttore generale in un momento delicato, come quello della programmazione.

Poi c’è il punto della gestione dell’aeroporto. L’Airgest è una società praticamente interamente a capitale pubblico, con il 99% delle quote in capo alla Regione Siciliana. Da più parti, anche dallo stesso Angius, in questi mesi sono state avanzate le intenzioni di una fusione, se non al massimo una partnership, con Palermo. L’intenzione sarebbe quella di unire le due società, e di considerare Palermo e Trapani come un’unica cosa per non farsi la guerra. Anche questo bando pare sia un punto di incontro, perchè tiene conto anche di ciò che offre Palermo.

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Maltempo a Mazara, Randazzo: “Cristaldi non ha comunicato allerta meteo”. Gente sui tetti

Read More →