Loading...
You are here:  Home  >  Notizie nazionali  >  Current Article

Annullano il tremore: al Policlinico di Palermo si “guarisce” dal Parkinson

By   /  23 settembre 2017  /  No Comments

    Print       Email

L’equipe è guidata dal professore Massimo Midiri, capo dell’Istituto di Scienze Radiologiche, e ha portato a termine un intervento all’avanguardia che fissa il Policlinico di Palermo come l’unica struttura sanitaria in Italia a intervenire con gli ultrasuoni sul Parkinson.

Cosa è successo? Un uomo di 67 anni affetto dal morbo di Parkinson è stato sottoposto a un intervento durato oltre due ore che ha “annullato” il tremore alla mano destra.

Il trattamento tecnologico è a ultrasuoni e consiste nella combinazione di ricerca di altissimo livello, innovazione e assistenza e in occasione di questo primo traguardo il polo Paolo Giaccone ha visto arrivare il rettore Fabrizio Micari e il commissario straordinario del Policlinico, Fabrizio De Nicola.

Si tratta di una tecnica che a differenza del classico intervento neurochirurgico prevede il mantenimento dell’integrità della teca cranica del paziente attraverso strumenti tecnologici avanzatissimi.

«In Italia il Policlinico di Palermo è l’unico luogo in grado di fornire questo tipo di trattamento –spiega Micari alla stampa – È uno di quei settori in cui per fortuna evitiamo i viaggi della speranza, viaggi della speranza che invece si fanno verso la Sicilia. Ci sono tutte le condizioni per fare sempre meglio. Vogliamo un Policlinico sempre più d’eccellenza».


I risultati del trattamento sono stati raccontati attraverso un video e la testimonianza diretta del paziente durante l’incontro con il rettore e il commissario straordinario.

Il “Paolo Giaccone” è anche tra le tre strutture d’Europa (le altre due sono in Spagna e in Svizzera, ma a Zurigo si pagano 50mila euro) a effettuare il trattamento mediante ultrasuoni focalizzati, guidati da risonanza magnetica, in pazienti affetti dal morbo di Parkinson tremorigeno.

C’è allora la prospettiva di una vita normale per pazienti affetti dal morbo, che potranno, per esempio stringere ancora la mano al prossimo.

«Il prossimo passo? Far valere la tecnica anche per i tumori cerebrali.– spiega il professore Midiri – Si possono aprire prospettive terapeutiche che al momento tuttavia non sono attuali, perché purtroppo i tumori cerebrali non hanno margini di trattamento molto ampi. Questa tecnica potrebbe invece aprire al passaggio di molecole nuove, di farmaci specifici per il trattamento».

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Ismett, via il tumore senza bisturi Intervento rivoluzionario a Palermo

Read More →