Loading...
You are here:  Home  >  Lavoro  >  Current Article

A.A.A. dipendenti cercasi, cinquantamila posti di lavoro in Sicilia entro dicembre

By   /  2 novembre 2018  /  No Comments

    Print       Email

Quasi 50mila nuovi posti di lavoro programmati dal 12% delle aziende siciliane da qui a dicembre. Lo dice il rapporto regionale Excelsior elaborato da UnionCamere Sicilia.

A livello nazionale, aumentano le imprese che programmano assunzioni, aumentano i contratti offerti, ma aumenta anche la difficoltà di far incontrare domanda e offerta di lavoro, che tocca il suo massimo dallo scorso anno. Si preannuncia, dunque, un autunno/inverno frenetico per il mercato del lavoro, in Italia e anche in Sicilia.

Le imprese riprendono ad offrire opportunità di lavoro a pieno ritmo in tutto il Paese, secondo l’ultimo rapporto Excelsior realizzato da Unioncamere e Anpal. La tendenza nazionale è ben seguita anche dal tessuto economico dell’Isola, così come emerge dall’elaborazione regionale delle rilevazioni e dei questionari sulle imprese effettuata da Unioncamere Sicilia.

Tant’è che Palermo e Catania risultano fra le prime cinque città del Sud che programmano il maggior numero di ingressi di personale e nelle quali la difficoltà a trovare figure professionali adeguate scende al 16,8% dei casi. Ai lettori che lamentano che nel rapporto non vengono indicate le aziende che assumono, va chiarito che Excelsior è una rilevazione statistica che serve più che altro a chi deve attuare le politiche attive del lavoro. In ogni caso, è bene sapere che ci sono nuove opportunità; magari si possono chiedere informazioni più specifiche ai servizi Excelsior delle singole Camere di commercio.

In dettaglio, nel trimestre ottobre-dicembre le aziende siciliane hanno programmato 49.210 assunzioni, di cui l’85% sotto forma di rapporto dipendente e il 15% come incarico da esterno. Nel 30% dei casi le entrate previste saranno stabili, ossia con un contratto a tempo indeterminato o di apprendistato, mentre nel 70% saranno a termine (a tempo determinato o altri contratti con durata predefinita); si concentreranno per il 73% nel settore dei servizi e nelle imprese con meno di 50 dipendenti; il 22% sarà destinato a profili high skill (ossia dirigenti, specialisti e tecnici), quota allineata alla media nazionale. Secondo il rapporto regionale, in 18 casi su 100 le imprese prevedono di avere difficoltà a trovare i profili desiderati; per una quota pari al 26% interesseranno giovani con meno di 30 anni; il 16% delle entrate previste sarà destinato a personale laureato; per il 72% delle entrate viene richiesta esperienza professionale specifica o nello stesso settore.

Quanto ai profili richiesti, il 22% sono dirigenti, specialisti e tecnici; il 9% impiegati; il 26% appartenenti alle professioni commerciali e dei servizi; il 28% operai specializzati e conduttori di impianti; infine, il 15% generici.Il rapporto Excelsior Sicilia entra anche nello specifico dei posti programmati. Queste le figure più difficili da reperire: 860 entrate per tecnici delle vendite, del marketing e della distribuzione commerciale (45% di difficoltà); 420 per tecnici informatici, ingegneristici e della produzione (41,3% di difficoltà); 200 operatori della cura estetica (37,4%). Al 16% del totale è richiesta la laurea, al 36% il diploma di scuola media superiore, al 28% un diploma o qualifica professionale e al 20% l’avere concluso almeno la scuola dell’obbligo.

Delle 49.210 assunzioni programmate fra ottobre e dicembre, a novembre se ne prevedono 16.260. Di queste, 4.690 saranno nell’industria in generale, di cui 490 alimentari e bevande, 50 nel tessile, 80 legno-mobile, 70 carta-stampa, 130 nella chimica-farmaceutica, 100 nella lavorazione minerali non metalliferi e cave e miniere, 530 nelle industrie metallurgiche, 440 in quelle meccaniche ed elettroniche, 300 in altre industrie); poi, 2.510 nelle costruzioni edili e 11.560 nei servizi (3.000 nel commercio, 1.570 nel turismo, 1.610 in trasporto, logistica e magazzinaggio, 30 nella comunicazione, 260 nei servizi informatici e Tlc, 300 nei servizi avanzati di supporto alle Pmi, 70 nei servizi finanziari e assicurativi, 1.710 nei servizi operativi di supporto alle imprese e alle persone, 3.000 nei servizi alle persone.

A dicembre le richieste saranno lievemente inferiori, 13.010. Saranno così divise: 2.860 nell’industria (410 alimentari e bevande, 30 nel tessile, 60 legno-mobile, 20 carta-stampa, 80 chimico-farmaceutica, 60 lavorazione minerali non metalliferi e cave e miniere, 300 nelle industrie metallurgiche, 290 in quelle meccaniche ed elettroniche, 190 in altre industrie), 1.410 nelle costruzioni e 10.150 nei servizi (3.360 nel commercio, quindi più che a novembre per via delle vendite natalizie, 1.510 nel turismo e ristorazione, 1.100 nei servizi di trasporto, logistica e magazzinaggio, 100 nella comunicazione, 180 nei servizi informatici e Tlc, 270 nei servizi avanzati di supporto alle imprese, 70 (stabile) nei servizi finanziari e assicurativi, 1.320 nei servizi operativi a supporto di imprese e persone, infine 2.240 nei servizi alle persone.

Secondo un’altra classificazione, il rapporto Excelsior Sicilia individua, a novembre, 2.190 posti offerti nell’industria manifatturiera e nelle Public utilities (energia, gas, acqua e ambiente), sempre 2.510 nelle costruzioni, 3.000 nel commercio, 1.570 nei servizi turistici di alloggio e di ristorazione, 3.990 nei servizi alle imprese e 3.000 nei servizi alle persone. Il prossimo mese il grosso delle entrare riguarderà aziende fino a 49 dipendenti (11.770), ancora 2.790 ingressi in quelle fino a 249 addetti e 1.700 in quelle più grandi.

A dicembre, 1.450 posti nell’industria manifatturiera e nelle utilities, 1.410 nelle costruzioni, 3.360 nel commercio, 1.510 nel turismo e ristorazione, 3.040 nei servizi alle imprese e 2.240 nei servizi alle persone. Quanto alle dimensioni delle aziende, 9.820 contratti in quelle fino a 49 dipendenti, 1.890 nella fascia intermedia e 1.300 in quella superiore.

The following two tabs change content below.

calatafimisegestanews

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.
    Print       Email

About the author

Calatafimi segesta News è un sito/blog di informazione, costruito attraverso la piattaforma wordpress. Nasce con un semplice scopo, produrre VERA informazione. Oggi il 99% dell’informazione che ci arriva attraverso giornali, tv e a volta pure blog è pilotata e piena di interessi. La maggior parte dei giornalisti odierni è imprigionata in logiche politiche, imprenditoriali, clientelistiche, ma non solo ! Il giornalista odierno tende all’arrivismo e quindi all’esagerazione, trasforma storie banali in scoop attraverso articoli che distolgono il lettore dalla realtà dei fatti, e chi sono le vittime di tutto questo? Le vittima siamo noi Cittadini che, subiamo passivamente, questa mole di informazioni pilotate, cosa che non ci permette di avere un quadro chiaro su quello che sta avvenendo in realtà a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

  • Il Blog Calatafimi Segesta News ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001, non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale.
    L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.

  • La responsabilità dei contenuti pubblicati, compresi i contenuti importati da siti web esterni ricade esclusivamente sui rispettivi autori. La consultazione delle informazioni e l’utilizzo dei servizi offerti da questo blog costituisce accettazione esplicita del Disclaimer.

    Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
    Saranno immediatamente rimossi.

You might also like...

Nessuna “bufera” nessuno “scempio edilizio” sull’Archeodromo di Segesta. La rettifica del Giornale di Sicilia

Read More →